HANDBALL: LA IRRITEC & SIPLAST AGGANCIA LA VETTA


Si è giocato al Palasanfilippo il return-match del derby messinese tra il Forte Gonzaga Messina e l’Irritec & Siplast. Quello tra le due formazioni è un vero e proprio testa-coda. I peloritani si trovano infatti ultimi con cinque sconfitte, mentre i rosanero con quattro vittorie su 5 incontri, cercano l’aggancio alla vetta approfittando della sosta del Kelona Palermo. Mister Lenzo deve fare a meno di Maurizio Ipsaro , Giulio Alberto e Gazia Francesco (quest’ultimo per problemi di tesseramento) e da spazio al giovanissimo Mattia Giglia (classe ’96). Lo starting-seven dei rosanero vede Chiaromonte tra i pali, Aveni in cabina di regia , Rizzo e Torre terzini, Fragapane e Minissale Ali e Costa pivot. Gara che vede subito gli ospiti avanti con la rete di Minissale , la risposta dei padroni di casa è affidata a De Domenico che dall’ala beffa Chiaromonte. I rosanero giocano in maniera svogliata ed al 5’ sono avanti di uno ( 4 a 5) , e la musica non cambia al 15’ ( 6 a 7). Nell’Esperia comincia la girandola di cambi con spazio a tutti gli uomini della Irritec & Siplast. Coach Lenzo chiama time-out per tentare di dare una scrollata ai suoi. La cura sembra dare un piccolo effetto ed al 25’ c’è il primo strappo ( 10 a 13) , vantaggio che rimane invariato sino alla fine del primo tempo ( 13 a 16). Nella seconda frazione ancora cambi negli ospiti , ma squadra nettamente migliorata sotto il profilo della concentrazione. Al 45’ Fragapane e soci si portano sul 16 a 22. Al 50’ il massimo vantaggio esperia con Rizzo che dai sette metri sigla il 18 a 28 (+10). Il finale vede in campo anche il giovanissimo Giglia (Classe ’96), che ha due buone opportunità da rete ma non riesce a trovare il guizzo giusto. Il match si chiude sul 20 a 30 con l’Esperia che intasca la sua quinta vittoria in stagione raggiungendo a quota 15 il Kelona palermo.

Gara difficile dal punto di vista psicologico, dove tenere alta la concentrazione diventa sempre difficile. E nelle difficoltà iniziali s’è vista la poca voglia di lottare. Pian piano – ci dice coach Lenzo –  però abbiamo recuperato cattiveria nel secondo tempo allungando in maniera decisa. Adesso dobbiamo preparare al meglio la prossima gara.” Archiviata la trasferta messinese, i paladini adesso hanno una sola settimana per preparare l’insidiosissima trasferta agrigentina contro la Sicily Food Girgenti (vittoriosa in trasferta ad Alcamo). All’andata i paladini s’imposero per 34 a 32 in una gara tiratissima. Si prevede quindi un match caldo a Racalmuto Sabato 3 dicembre. Per i rosanero una tappa importante in vista dello scontro diretto con i palermitani del Kelona ( prevista per sabato 10 Dicembre al Case Nuove Russo). “ Saranno 15 giorni di fuoco, ma  per noi è un passaggio fondamentale – dichiara l’ala rosanero Minissale – da queste due gare potremo capire il nostro reale valore. E sono sicuro che sapremo affrontarle nel migliore dei modi. L’importante è lavorare con impegno ed entusiasmo.”

Questo il tabellino del match:
FORTE GONZAGA MESSINA : De Domenico F(7), De Domenico  P(7), Facciola, Giannetto(2), Guglielmo, Magazzù, Samperi, Samperi(2), Zagami, Frassica, Diego, Celi, De Agostino(1). All: Sibilla Piero.
IRRITEC & SIPLAST: Aveni(2), Palmeri(4), Chiaromonte, Costa(4), Fragapane(2), Ipsaro Passione A, Minissale(4), Rizzo(5), Giglia, Torre(4), Ioppolo(1), Biscuso, Marici(4). All: Francesco Lenzo
Arbitri: De Vita Francesco & Bertino Nunzio di Reggio Calabria

PARZIALI
MINUTO PARZIALE MINUTO PARZIALE
04 – 05 35° 15 – 18
10° 04 – 06 40° 16 – 22
15° 06 – 07 45° 17 – 25
20° 08 – 09 50° 18 – 27
25° 10 – 13 55° 18 – 28
30° 13 – 16 60° 20 – 30

 

 

 

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close