Poz_Nicevic

C. d’Orlando: l’Upea va a Jesi ma pensa già ai playoff

Poz_NicevicQuesta sera, alle 20.45 al PalaTriccoli di Jesi, l’Orlandina Basket cercherà di archiviare la brutta gara di Trapani iniziando a pensare in ottica playoff. L’Upea si trova al secondo posto – a pari punti con Biella – a sole due giornate dalla fine del campionato. Domenica 27 aprile, dopo l’ultima gara di regular season al PalaFantozzi contro il fanalino di coda Imola, l’Orlandina saprà quale squadra affronterà nei playoff per la promozione in A1.

I ragazzi di coach Pozzecco attendono sereni le ultime due gare della stagione regolare, troveranno una Fileni già matematicamente salva e che ha poco da chiedere a questo campionato, ma l’Upea non deve sottovalutare la gara come ha fatto a Trapani.
«Vincendo le ultime due partite saremo secondi – ha esordito nella consueta conferenza stampa di vigilia Sandro Nicevic – ed è per noi importantissimo in ottica playoff. Dobbiamo essere pronti come se disputassimo già i playoff perché Jesi è una squadra difficile da battere. Personalmente non sono il tipo a cui piace fare dei calcoli per trovarsi di fronte una o un’altra squadra dopo la regular season. I playoff sono sfide particolari in cui i pronostici non valgono e i valori bisognerà imporli sul campo».

Coach Pozzecco ritiene questi ultimi impegni fondamentali e vuole che i suoi rimangano concentrati: «Jesi è una buona squadra, paradossalmente da quando non hanno più Goldwire e Rocca giocano meglio. Con le rotazioni più corte i giocatori rimasti hanno più responsabilità e rendono meglio».
Per quanto riguarda l’avversario nei playoff coach Pozzecco ha la sua idea: «Affronteremo qualunque squadra con il solito impegno, ma mi piacerebbe evitare il derby con Barcellona. Sono una squadra costruita per vincere, hanno perso solo qualche partita in più rispetto a noi, e poi il derby è sempre il derby. Ma se capiterà Barcellona saremo pronti ad affrontarla».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close