orlandinacalcio

Serie D: tre pareggi per Orlandina, Due Torri e Città di Messina

orlandinacalcio

Trentesima giornata nel Girone I di Serie D che regala solo tre pareggi a Orlandina, Due Torri e Città di Messina, impegnate con tutte le proprie forze in una lotta per salvezza molto combattuta.

L’Orlandina in rimonta agguanta un 3-3 col Noto, 0-0 tra Rende e Due Torri, il Città di Messina strappa un punto a Torrecuso con il cuore.

Al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando, l’Orlandina di mister Galfano vuole i tre punti contro il Noto per ipotecare la salvezza. I paladini recuperano in extremis Marasco al centro dell’attacco e ritrovano anche D’Angelo in difesa, mentre è ancora out Maresca. I granata, con assenze pesanti in mezzo al campo, si affidano in avanti a Mandarano per perforare una delle difese più battute del campionato. Arbitra l’incontro il signor Marini di Trieste.

L’Orlandina comincia bene la partita e dopo pochi secondi Marasco prova una conclusione che finisce alta. Stessa fine fa al 17′ una bella girata di Frisenda, che solo in area non trova la porta da buona posizione. Tre minuti dopo, però, i paladini passano. Sugli sviluppi di un corner, D’Angelo impatta alla grande il pallone, spedendolo alle spalle di Ferla per l’1-0 dei padroni di casa. Il vantaggio biancoazzurro dura poco, perché al 30′ Montalto su punizione beffa Galipo’, ristabilendo l’equilibrio nella partita. Il Noto va addirittura vicino all’1-2 con Mandarano al 33′, palla fuori dopo un bel tiro a giro dell’attaccante. Anche l’Orlandina avrebbe le opportunità per tornare avanti ma né Privitera da fuori né Fascetto di testa sono precisi. Il primo tempo si conclude quindi sull’1-1.

La ripresa vede un Noto arrembante in avvio, con Scapellato che al 48′ coglie in pieno la traversa. Il gol degli ospiti è solo rimandato di un minuto, quando Corsino trova l’incrocio dei pali per l’1-2 granata. Al 53′ ancora Corsino fa calare il gelo sul “Micale”, battendo da posizione centrale per la terza volta Galipò. L’Orlandina accusa il colpo e per qualche minuto non trova più il bandolo della matassa. I biancoazzurri rialzano la testa grazie al bomber Marasco, che al 77′ gira di testa sul secondo palo da corner, riaprendo i giochi col punto del 2-3. Passano solo 180″ e l’Orlandina usufruisce di un penalty per fallo di mano in area di rigore. Dal dischetto va Privitera che non sbaglia, 3-3. Nel finale i padroni di casa avrebbero pure le chances per vincere la gara con Frisenda e Marasco ma il risultato finale resta quello di 3-3.

Il pareggio dell’Orlandina è comunque dolce, dato che Rende e Due Torri non si fanno del male, impattando 0-0 in terra calabra. Per i biancorossi di Alacqua il pari è comunque un risultato importante, anche se i pirainesi restano ancora in zona play-out. Stesso discorso per il Città di Messina di mister Laganà, che a Torrecuso trova il pareggio nel finale grazie ad un rigore di Cammaroto proprio al 90′. Con questo punticino i giallorossi restano in quindicesima posizione, alle spalle proprio del Due Torri, attualmente avversario designato per i play-out.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close