riti 04

C. d’Orlando: svelato il mistero del ritrovamento della pecora morta?

setta
E’ probabile che non si tratti di riti satanici, e forse nemmeno di ingiustificata crudeltà nei confronti di una pecora. La notizia pubblicata ieri del rinvenimento della carcassa di una pecora sulla spiaggia di Capo d’Orlando, proprio nei pressi del “percorso del benessere” e di numerose candele posizionate a pochi metri di distanza ha suscitato sdegno, indignazione ma anche tanta curiosità. Ed è stata proprio questa a spingere un collega a fare delle considerazioni che in effetti potrebbero riportare l’accaduto a soltanto eventi meno disgustosi.

riti 04

Da una foto scattata ancora prima di quelle che abbiamo pubblicato ieri (in alto) si evince che le candele posizionate sul ciglio della strada, a ridosso della spiaggia, formano una scritta inequivocabile. “TI AMO”. Facile intuire come sia stata l’opera di innamorato che voleva stupire la propria compagna. Ma la carcassa della pecora sulla spiaggia, con zampe e testa spezzate? Anche in questo caso la giustificazione del suo rinvenimento potrebbe anche meno nefasta da quella ipotizzata ieri.

setta 03

Il Torrente Zappulla, ma non solo, solitamente viene frequentato anche da animali che ci pascolano dentro. Potrebbe anche essere successo che l’animale sia stato trasportato, nell’unica giornata di pioggia di qualche tempo fa, sino al mare che era contemporaneamente molto mosso. Da qui la duplice spiegazione delle fratture e dell’arrivo in spiaggia.

Rimane però il fatto che evidenziava la ragazza che ha pubblicato le sconcertanti foto e cioè, l’indifferenza di passanti e residenti. Di sicuro non era un pesce d’aprile!

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close