francesco-re_pp

S. Stefano C.: approvato piano finanziario consuntivo TARES

francesco-re_pp 

Sembra possono tirare un sospiro di sollievo i cittadini che, in un grave periodo di crisi come quello attuale, si ritrovano ogni giorno a dover fare i conti con tasse di ogni genere, diventate oramai il peggior incubo delle famiglie italiane.

Con l’approvazione, in sede di consiglio comunale, del piano finanziario consuntivo della TARES, tassa più agevole e leggera per i cittadini di S. Stefano che vedono ulteriormente diminuire a € 895.000 la tassa sui rifiuti,  già ridotta in sede di previsione da € 1.261.540 a € 976.287.

In verità, l’ammontare  complessivo di ciò che dovranno pagare i cittadini sarà ancora più basso perché l’Amministrazione Comunale – affermano il Sindaco Francesco Re e l’Assessore al Bilancio Fausto Pellegrino– ha deciso di intervenire economicamente, in un momento di particolare crisi per le famiglie, con un contributo di 85 mila euro sulla tassa dei rifiuti che di fatto riduce a 810 mila euro l’onere che sarà posto a carico dei contribuenti.

Soddisfatto per il risultato ottenuto il primo cittadino Francesco Re, per il quale ciò è stato reso possibile grazie ad una puntuale lotta contro gli evasori, alla rinegoziazione dei costi di servizio e di conferimento, ad una significativa implementazione della raccolta differenziata che oggi è al di sopra del 30% e quindi più che raddoppiata rispetto alla situazione precedente. Abbiamo proceduto anche ad una ottimizzazione dei costi di gestione e del personale– dichiara ancora il Sindaco-  e nonostante i significativi risparmi conseguiti, si è riusciti ad implementare le unità lavorative addette al settore e soprattutto a offrire ai cittadini un servizio migliorato nella qualità e potenziato nella quantità di ore di raccolta e di spazzamento. Infineprosegue-  abbiamo posto definitivamente alle spalle la stagione in cui oltre a dover sostenere costi abbondantemente più elevati rispetto ad una qualità di servizio certamente inferiore, dovevamo fare ciclicamente i conti con le giuste e sacrosante proteste dei lavoratori del settore che rivendicavano il pagamento delle loro spettanze arretrate, circostanza questa che appartiene ai brutti ricordi del passato posto che gli addetti vengono puntualmente pagati.

Dopo questi risultati ottenuti, il Sindaco della città delle ceramiche e la sua squadra amministrativa si pongono un nuovo e ambizioso obiettivo: portare ad una quota superiore al 50% la percentuale di raccolta differenziata.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close