DSCN0114

Seconda Categoria: Mirto batte Ucriese, Montagnareale promosso in Prima

DSCN0114

Nella ventesima giornata del Campionato di Seconda Categoria Girone D, il Mirto espugna il Comunale di Ucria con il punteggio di 3-1 e si avvicina alla matematica salvezza. La formazione di capitan Ipsaro merita ampiamente la vittoria, riscattando così la sconfitta subita la scorsa domenica contro la Fitalese. Protagonista della partita è Marco Rizzo, che ha deliziato il pubblico con le sue splendide giocate e ha partecipato alle azioni più pericolose della propria squadra. Buone le prestazioni anche degli altri due attaccanti Caprino e Gugliotta, dello juniores Matteo Miracola e di Librizzi.

Il Mirto parte meglio e al 5′ un tiro di Cammareri dai venti metri, dopo una sponda di Rizzo, viene bloccato a terra dal portiere locale Astone. Risponde subito l’Ucriese un minuto dopo con Nici, che impegna Russo. Al 7′ ancora Russo si supera su Fazio, riuscendo a deviare in angolo una conclusione ravvicinata. Al 13′ l’arbitro Zicaro di Barcellona concede un calcio di rigore al Mirto, a causa di un fallo di mano di Belladonna. Caprino segna il penalty, battendo imparabilmente Astone. Gli ospiti insistono e creano altre quattro occasioni pericolose. Al 17′ Gugliotta non riesce a ribadire in rete un assist di Rizzo; al 19′ Caprino, su un’uscita avventata di Astone al limite dell’area, spreca la rete del raddoppio; al 27′ un cross di Caprino scavalca Astone, ma Gugliotta non trova lo spazio per calciare in porta; al 38′ Gugliotta, dopo una bella azione personale di Librizzi, manda alto sulla traversa. L’Ucriese si fa rivedere in avanti al 41′ con una punizione dal limite di Giuffrè, che sfiora i pali della porta difesa da Russo. Il primo tempo si chiude con Caprino, che non sfrutta un assist perfetto di Rizzo, e tira fuori.

La ripresa si apre con un’azione spettacolare del bomber Marco Rizzo. L’attaccante al 52′ supera due avversari, salta anche Astone e con un pallonetto sigla il gol del 2-0. Inutile il salvataggio, tentato sulla linea, dal difensore locale Cugno. Al 57′ il Mirto trova il tris con un colpo di testa Gugliotta, che insacca su cross del solito Rizzo. L’Ucriese prova a reagire e cerca di realizzare il gol della bandiera. Al 69′ Belladonna colpisce una traversa con una punizione dal limite, mentre al 72′ Giuffrè manda a lato da buona posizione. Il Mirto nei minuti finali sfrutta i tanti spazi concessi dagli avversari, ma prima Gugliotta e poi Librizzi mancano il poker, non sfruttando due assist di Machì. Lo stesso Machì, subentrato pochi minuti prima al posto del migliore in campo Rizzo, al 77′ calcia a lato da pochi passi. All’80’ Fazio accorcia le distanze su rigore, dopo un fallo di mano di Cammareri. Dopo cinque minuti di recupero, il direttore di gara pone fine a un incontro molto vibrante.

Grazie a questo successo il Mirto rimane in terzultima posizione con 18 punti e si avvicina alla salvezza. Il Montagnareale con due giornate di anticipo festeggia la promozione in Prima Categoria, dopo la nettissima vittoria per 7-1 contro il Tusa. Il Gioiosa rimane in seconda posizione, battendo 4-2 nello scontro di alta classifica il Caronia. La Fitalese rimane in ultima posizione, dopo la sconfitta rocambolesca in trasferta 5-4 contro il Nebrodi Sant’Agata. Decisive per i locali la tripletta di Di Cara e le reti di Scoglio e Genovese. Negli altri match di giornata l’Aluntina vince 1-0 contro l’Unicest, mentre l’Halaesa Castel di Tusa batte tra le mura amiche la Nuova Rinascita 4-2 e stacca la Fitalese.

Questa la classifica:

Montagnareale 51

Gioiosa 44

Unicest 38

Caronia 37

Aluntina 28

Nebrodi Sant’Agata 27

Nuova Rinascita 24

Ucriese 21

Tusa 19

Mirto 18

Halaesa Castel di Tusa 17

Fitalese 13

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close