20140317_192748

Brolo: Pettinato e D’Agosta a Radio DOC: «Tiger in D, che soddisfazione vincere così!»

20140317_192748

Non si fermano i festeggiamenti in casa Tiger Brolo dopo lo splendido campionato che ha visto i gialloneri trionfare nel torneo di Eccellenza “B”, sancendo la prima storica promozione in Serie D dei “tigrotti”.

Per discutere di questa entusiasmante cavalcata sono intervenuti nella serata di ieri ai microfoni di Radio DOC il difensore Davide Pettinato e l’attaccante Fabio D’Agosta. I due calciatori della Tiger hanno esternato le loro emozioni dopo un campionato sudato ma meritatamente vinto a “Sport Park”.

«Vincere non è mai facile, a nessun livello – racconta Pettinato –, per questo dominare il campionato è stato davvero molto soddisfacente. Il lavoro fatto sul campo da noi giocatori e dallo staff tecnico e quello fuori dal rettangolo di gioco da parte della dirigenza è stato incredibile. La nostra forza è stata il gruppo, oltre che il valore assoluto di una rosa formidabile. A livello di grandi, per esempio, credo si sarebbero potute tirare in aria le maglie e, ad occhi chiusi, scegliere i titolari, sarebbe venuta fuori comunque una grande squadra. Certo, non è stato assolutamente semplice raggiungere questo traguardo. A volte abbiamo sofferto, per esempio con Vittoria e Siracusa all’andata, ma proprio a Siracusa, nel girone di ritorno, abbiamo capito che il primo posto ci apparteneva. Lì abbiamo giocato una grande partita, abbiamo pareggiato ma meritavamo di vincere. Dopo la gara, negli spogliatoi ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che dovevamo portare a casa il campionato, per fortuna è andata così. Se devo pensare ad una partita in particolare, credo che quella con il Misterbianco in casa sia stata quella della svolta e dell’allungo decisivo ai danni delle inseguitrici. Personalmente sono molto soddisfatto della mia stagione. Ho segnato 6 gol, ho disputato tante partite di qualità e ho vissuto in un ambiente meraviglioso, in cui mi sono divertito tantissimo grazie a dei compagni fantastici. Sono rimasto sorpreso dalla bravura in campo e fuori dei nostri juniores. D’Alessandro, Perricone, Messineo e tutti gli altri hanno dimostrato di avere la mentalità giusta per giocare a certi livelli, anche se a tecnicamente il giocatore che più mi ha impressionato da vicino è stato Elamraoui. In passato avevo avuto la fortuna di vincere dei campionati ma farlo con così largo anticipo e con tutto questo distacco è stato quasi sorprendente. Adesso ci godiamo questo momento, ce lo siamo meritati, ma vogliamo comunque chiudere bene il campionato, poi penseremo alla Serie D. Spero di rimanere a lungo a Brolo, mi piacerebbe tornare a giocare l’Interregionale indossando questa maglia».

Fa eco al difensore giallonero l’estroso attaccante D’Agosta: «Sono arrivato dal Vittoria a dicembre e i ragazzi mi hanno fatto subito sentire a mio agio. Per me è stato molto importante, perché in campo ho avuto bisogno di un periodo di adattamento tattico e ovviamente senza l’aiuto dei miei compagni sarebbe stato più difficile ambientarmi. Inoltre, venivo da una prima parte di stagione complessa, tra infortuni e situazioni particolari, quindi avere tutti dalla mia parte è stato fondamentale. Dopo aver trovato il primo gol con il Rometta mi sono sentito sollevato ma ammetto che il ds Magistro mi aveva già rassicurato al momento del mio passaggio alla Tiger, dicendomi che da me volevano le prestazioni, i goleador li avevano già. Dopo le prime difficoltà, mi sono integrato benissimo in squadra e i risultati si sono visti. Fino a qualche tempo facevo il calciatore per hobby. Ho giocato anche in Seconda Categoria, prima di arrivare a questi livelli e capire che questo poteva essere il mio lavoro. Vincere questo campionato per me è una grande emozione, non ero mai arrivato primo in un torneo. Adesso penso già alla Serie D, non vedo l’ora di potermi confrontare con una realtà che ancora non conosco. La partita chiave del campionato credo sia stata quella con l’Fc Acireale, contro cui abbiamo vinto 1-0. Lì ho capito che ce l’avremmo fatta. Devo dire che sono stato fortunato, ho avuto l’opportunità di giocare con calciatori molto forti e importanti. Alcuni li conoscevo già, altri ho imparato a conoscerli con il tempo. Uno su tutti, Giovanni Biondo, un giocatore fortissimo che mi ha sorpreso con le sue doti tecniche, davvero una bella scoperta. Ora che sono qui voglio assolutamente restare a lungo, giochiamoci queste tre partite che restano al massimo, per il resto c’è tempo, il futuro è alle porte».

Sabato la Tiger Brolo scenderà in campo al “Comunale” per affrontare la Catania San Pio X in una sfida che dovrà essere più una festa che una partita di campionato d’Eccellenza. A Brolo si aspetta il pubblico delle grandi occasioni, per festeggiare questo approdo storico in Serie D. Due capitoli del libro della grande Tiger Brolo 2013/2014 sono targati “Pettinato” e “D’Agosta”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close