tiger

Eccellenza: troppa Tiger per l’Igea, brolesi ad un passo dal paraDiso

tiger

Una grande Tiger Brolo affonda l’Igea Virtus Barcellona e mette lo champagne nel congelatore, aspettando un passo falso del Siracusa che significherebbe Serie D. I gialloneri vincono infatti il derby per 4-0 (foto Germanà), vendicando il ko dell’andata, e sono adesso a soli 2 punti dalla matematica promozione nel massimo torneo dilettantistico.

In un “Comunale” senza tifosi ospiti a causa di un’ordinanza del prefetto di Messina, i gialloneri di mister Bellinvia sono decisi a vincere e si schierano con il tridente Biondo-Calabrese-D’Agosta per provare a chiudere la pratica nel minor tempo possibile. I barcellonesi di Perdicucci rinunciano a Genovese e puntano sul trio “accentato” composto da Crifò, Cannavò e Isgrò andando alla ricerca di punti pesanti in chiave playoff. Dirige il delicato incontro il signor Acanfora di Castellammare di Stabia.

I padroni di casa mettono subito in chiaro le cose e, dopo qualche minuto di studio, mettono i giallorossi alle corde con un micidiale uno-due. È l’11’ quando Kouadio, imbeccato da un pennelato corner di Zingales, batte di testa Scibilia, portando i “tigrotti” sull’1-0. Passano pochi minuti e Calabrese serve su un piatto d’argento il pallone del 2-0 a Biondo che non si fa pregare, insaccando il raddoppio e mettendo una seria ipoteca su match e campionato. L’Igea prova a reagire affidandosi ad Isgrò, ma il talentuoso esterno d’attacco non è nella sua giornata migliore e la manovra igeana ne risente parecchio. La Tiger ha vita facile e chiude quindi il primo tempo meritatamente avanti di due reti.

Nemmeno nel secondo tempo gli ospiti riescono ad impensierire la retroguardia locale. I barcellonesi restano poi in dieci uomini per l’espulsione di Ravidà e subito dopo la partita viene chiusa da un perfetto diagonale di Biondo, che sigla la sua doppietta personale grazie ad un altro passaggio vincente di Calabrese. Tra le fila barcellonesi saltano un po’ i nervi e anche Bella deve lasciare anzitempo la gara per espulsione. Gli ospiti non paiono molto convinti delle decisioni del signor Acanfora, ma i buoi sono già scappati dalla stalla da tempo. Nel finale, la Tiger cala addirittura il poker con una gran bordata da fuori di Messina, che sigilla una prestazione corale fantastica da parte della compagine del presidente Tripi. I brolesi superano, dunque, 4-0 l’Igea Virtus e possono così festeggiare una vittoria meritatissima con i propri, entusiasti sostenitori.

Con questo successo, i “tigrotti” sono adesso a soli 2 punti dalla Serie D, punti che potrebbero anche non servire nel caso in cui domani contro il Rosolini o domenica prossima a Scordia il Siracusa secondo in classifica non facesse bottino pieno. In caso contrario, complice anche il ritiro dell’Ssd Acireale, ai messinesi basterebbero anche due pareggi nelle ultime tre giornate per coronare quello che a inizio stagione era solo un sogno. Calici in alto a Brolo, per la Tiger la Serie D è davvero ad un passo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close