mays_Agrigento

C. d’Orlando: l’Upea batte agevolmente Agrigento e si qualifica per la semifinale

mays_Agrigento

L’Upea vince abbastanza facilmente la prima gara delle Final Six di Coppa Italia in un “Parigi 1999” di Rimini Fiera pieno di tifosi orlandini. La gara contro la Moncada Agrigento, capolista del campionato di Lega Silver, è equilibrata nel primo parziale, ma l’Upea nel secondo quarto costruisce un solco che la squadra di coach Ciani non è più riuscita a colmare.

I primi minuti della gara sono combattuti, Nicevic rompe il ghiaccio dalla media distanza, gli rispondono Mocavero e Mian, ma Mays infila la tripla che porta i paladini sul +1 (9-8). I ritmi sono alti e Mocavero sale in cattedra portando i suoi sul +4, il break di 8-0 paladino ribalta però la situazione, portando i paladini avanti di 4 lunghezze. Chiarastella tenta di accorciare le distanze, ma Valenti allunga ulteriormente con l’alley-oop innescato da Laquintana (21-15). Archie si procura una distorsione alla caviglia in un contatto, gli agrigentini tentano di tenersi incollati, ma Valenti chiude il quarto sul 25-18.

In avvio secondo parziale Portannese dalla lunetta allunga ancora sul +9 e Chiarastella risponde, si spara ripetutamente a salve da entrambi i lati per 5 minuti, ma i paladini sono una spanna avanti e quando mancano 3 minuti al termine del secondo quarto sono avanti di 14 lunghezze (36-22). De Laurentiis tenta di tenere a galla i suoi, ma Valenti in transizione e Laquintana dalla media fanno volare i bianco-blu sul +16 (40-24). Il 2/2 di Vaughn ai liberi serve a poco, la bomba di Portannese sulla sirena di fine quarto manda i paladini negli spogliatoi sul +18 (44-26).

Al rientro dall’intervallo lungo la tripla di Basile porta il vantaggio paladino sul +20: adesso i ragazzi di coach Pozzecco devono solo tenere la gara sotto controllo. Il Poz fa rifiatare Mays e Portannese dando spazio a Laquintana e Ciribeni: i paladini riescono tenere il vantaggio in doppia cifra fino a 2 minuti dalla fine del parziale, quando Piazza e Vaughn salgono in cattedra riportando Agrigento sul -9. Il parziale si chiude sul 58-48.

In avvio ultimo quarto continua il tentativo di rimonta agrigentino, ma l’Upea risponde intensificando la difesa e con due bombe di Soragna che riportano i paladini sul +17 (68-51). Vaughn ci crede ancora, ma l’Orlandina ormai non ha più nulla da temere, Portannese mette la tripla del +19 (76-57) in faccia al fratello minore Andrea e Laquintana dai liberi realizza il massimo vantaggio Upea: +21 (78-57). Di Viccaro realizza solo per il tabellino e c’è gloria anche per il giovanissimo Busco, che mette il tiro libero che chiude la gara sull’81-68.

In sala stampa nel post gara Basile ha commentato: “è stata una partita molto difficile mentalmente, eravamo sotto pressione, siamo stati bravi a giocare di fisico sin dall’inizio e far capire agli avversari che le loro possibilità di vincere erano poche. Abbiamo avuto un calo nel terzo quarto, ma più o meno abbiamo sempre controllato la partita.”
Coach Pozzecco aggiunge: “Sottoscrivo quello che ha detto Basile, Agrigento ha vinto 12 partite di fila, stanno giocando una pallacanestro clamorosa. Loro avevano molta fiducia, dovevamo fargli capire subito che dovevamo vincere noi e lo abbiamo fatto. Penso che gli arbitri stiano facendo un grosso passo in avanti, hanno una buona disponibilità al dialogo e mi piace confrontarmi con loro. Noi eravamo consapevoli che questa formula non è adatta a noi e abbiamo avuto la sfiga di incorrere nell’infortunio di Archie, che poteva essere determinante per questa gara. Molto probabilmente Dominique non sarà disponibile neanche domani, perché immagino che la caviglia gli farà molto male.”

Upea Capo d’Orlando – Moncada Agrigento 81-68 (25-18; 44-27; 58-48)
Upea Capo d’Orlando: Busco 1, Basile 5, Soragna 6, Laquintana 13, Nicevic 15, Portannese 9, Mays 13, Archie 2, Ciribeni 2, Valenti 15. All: Pozzecco

Moncada Agrigento: Vaughn 19, Anello 1, Mian 7, Di Viccaro 10, Portannese, Chiarastella 8, De Laurentiis 7, Giovanatto, Mocavero 9, Piazza 7. All: Ciani

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close