rocca

Capri Leone: il Rocca scivola ad Alcamo, nel pantano decide Alderuccio

rocca

Prima sconfitta per il Rocca di Capri Leone targato Campofranco, che si arrende alla capolista Alcamo per 1-0 dopo una partita molto equilibrata.

Al “Lelio Catella” di Alcamo si affrontano in una sfida valevole per la venticinquesima giornata dal Girone A di Eccellenza i bianconeri padroni di casa e il Rocca di Capri Leone. L’Alcamo di mister Chico, orfano della coppia del gol Galluzzo-Gambino e memore della scoppola subita all’andata, è alla ricerca di punti preziosi per difendersi dall’attacco in vetta da parte della Leonfortese e si affida all’esperienza di Alderuccio e Cardinale per provare ad avere la meglio sui redivivi ospiti guidati da mister Campofranco, che perdono per squalifica F. Bontempo ma ritrovano dopo mesi di assenza Cocivera. Dirige la gara il signor Polizzi di Palermo.

Le condizioni meteo e un terreno di gioco ai limiti del praticabile non aiutano lo spettacolo e la partita fa fatica a decollare. Nel primo tempo succede davvero poco, con le due squadre che duellano su ogni pallone in maniera intensa ma corretta. Si deve attendere il 21′ per vedere qualcosa che rassomigli ad un tiro in porta, con Cocivera che dal limite strozza il sinistro e la sfera che finisce docile tra le braccia di Chimenti. L’Alcamo si vede al 30′ con una bordata da fuori di Cardinale che finisce abbondantemente a lato. Le due compagini hanno qualche chance potenziale, con un paio di palloni pericolosi che attraversano l’area di rigore senza che però nessuno trovi la deviazione vincente. L’unico brivido della prima frazione di gioco arriva al 45′ quando, sugli sviluppi di un corner, Maltese trova l’incornata giusta per impensierire la retroguardia ospite. Inferrera, però, si distende come un gatto sulla sua sinistra e nega la gioia del gol al giovane attaccante bianconero, che non può far altro che mettersi le mani tra i capelli per l’incredibile parata compiuta dall’estremo difensore biancoazzurro. Questa è l’ultima azione di un primo tempo poco entusiasmante che si chiude quindi sullo 0-0.

La ripresa si apre con un Rocca un po’ troppo morbido e con un Alcamo che che spinge alla ricerca del vantaggio. Al 47′ è Di Donato a provarci dopo una mischia in area creata dal nuovo entrato Orlando, palla sull’esterno della rete. Lo stesso Orlando, poco dopo, ci prova col sinistro dal limite, palla larga di un soffio. Al 54′, però, i padroni di casa passano. Calcio dalla bandierina a pescare in area Alderuccio che, liberissimo, trova la girata giusta per trafiggere Inferrera portando i suoi sull’1-0. A questo punto il Rocca si sveglia ma il terreno di gioco pessimo non permette ai messinesi di imbastire trame offensive degne di nota. Mister Campofranco butta così nella mischia anche G. Bontempo, per dare qualità ad un centrocampo fisico ma spesso con poco fosforo. All’80’ una conclusione da fuori deviata di Zingales mette i brividi a Chimenti, con la sfera che sfiora il palo e finisce in corner. All’88’ Cardinale prova a chiudere la gara con un tiro a giro che termina fuori di pochissimo. L’ultima emozione la regala una bella punizione di G. Bontempo che Chimenti mette in angolo in bello stile. Dopo 4′ di recupero, infatti, il signor Polizzi manda le squadre sotto la doccia: Alcamo batte Rocca di Capri Leone 1-0.

Per i bianconeri di mister Chico un successo fondamentale in chiave primo posto: l’Alcamo rimane infatti a +1 sulla Leonfortese nella corsa alla Serie D. Per il Rocca una sconfitta sfortunata che non cancella, comunque, una prestazione positiva sotto il punto di vista della solidità difensiva e della determinazione. Domenica al “Nuovo Comunale” di Rocca, però, battere l’Atletico Campofranco sarà, oltre che un obbligo, una vera e propria necessità.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close