20140301_153706

Brolo: D’Agosta stende l’Acireale, Tiger con un piede in Serie D

20140301_153706

Fabio D’Agosta, con la D maiuscola. Ci pensa l’attaccante ex Vittoria con un colpo di testa a risolvere la partita tra Tiger Brolo e FC Acireale, sfida valevole per la venticinquesima giornata del campionato di Eccellenza Girone B.

Al “Nuovo Comunale” di Brolo, si affrontano le due compagini che meglio hanno fatto sul campo nel torneo, nonostante gli acesi si presentino al match molto distanti dalla capolista in classifica per fattori lontani dai puri meriti sportivi. Squalificato mister Bellinvia, in panchina per i “tigrotti” va mister Gullà, che si affida ancora una volta al tridente Calabrese-D’Agosta-Biondo in avanti. L’Acireale di mister Ricca ha in Bruno e Costa i propri uomini di riferimento. Dirige la sfida dall’avvenente signorina Tambini di Como.

I primi minuti di gioco non sembrano preannunciare una partita spumeggiante. I ritmi sono bassi e le due squadre si studiano sotto il profilo tattico. Dopo qualche scaramuccia di poco conto, comunque, la Tiger al primo affondo passa. Palla in mezzo da parte di Lupo, la difesa dell’Acireale resta immobile e si fa sorprendere dal guizzante D’Agosta, che sbuca alle spalle di tutti e trafigge di testa all’8′ l’incolpevole Tasinato, per la gioia del pubblico locale. Dopo questo lampo, la gara torna su dei binari morti. Il gioco latita da ambo le parti e lo spettacolo ne risente. Al 22′ si vedono gli ospiti con Bruno che, abile a saltare in dribbling il neo giallonero Bronzi sulla sinistra, prova il destro a giro che fa la barba al palo della porta difesa dal portierino D’Alessandro. Al 36′ sono invece i padroni di casa a sfiorare il raddoppio con Calabrese che, ben imbeccato da un perfetto cross di Zingales, mette a lato di poco con un gran destro al volo. Al 41′ ci prova anche Lupo, ma la conclusione del capitano dei brolesi finisce fuori. Dopo 2′ di recupero, la signorina Tombini manda così tutti negli spogliatoi con la Tiger avanti 1-0.

La ripresa vede ripetersi lo stesso copione del primo tempo: Tiger Brolo che fa molto possesso palla ma senza incidere e FC Acireale che si affida soprattutto alla catena offensiva di sinistra, formata da Bruno e Urso, alla ricerca del pari. Bisogna comunque attendere il 56′ per vedere un’azione degna di nota. D’Agosta dalla sinistra pesca in area con un gran cross Calabrese che, messo giù il pallone con eleganza, scarica una bordata a botta sicura che trova l’incredibile risposta di Tasinato, che si oppone con il corpo. Il miracolo costa comunque caro al portiere acese, costretto a lasciare il campo proprio a causa della forte conclusione ravvicinata del bomber ex Due Torri. La gara si spegne nuovamente e non succede più nulla fino al 72′, quando il solito Bruno con una bella sterzata manda al bar Bronzi e impegna col destro D’Alessandro, che si fa comunque trovare pronto. L’ultima grande emozione della partita la regala ancora la Tiger Brolo al 79′ con la coppia Calabrese-D’Agosta: il primo ubriaca Urso con un gran dribbling e pennella per il secondo che, in area di rigore, controlla e, con una gran girata, indirizza il pallone dove il subentrato portiere Catalano non può arrivare. Per fortuna degli acesi, però, il pallone centra in pieno la traversa per poi tornare sul rettangolo di gioco. L’Acireale, in ogni caso, non riesce più a rendersi pericoloso nel finale e si arrende così alla capolista Tiger Brolo per 1-0 dopo 5′ di recupero.

Con questa vittoria, i gialloneri del presidente Tripi salgono a +11 nei confronti delle due dirette inseguitrici, Modica e Siracusa, che domani si sfideranno per il secondo posto in una partita che farà godere solamente il terzo, divertito spettatore: la Tiger Brolo, ormai con più di un piede in Serie D quando mancano solo cinque turni al termine di questo spettacolare campionato dei brolesi.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close