upea_vittoria

C. d’Orlando: l’Upea domina e batte Forlì

upea_vittoriaL’Upea porta a casa due punti importantissimi per la classifica, vincendo per 75-67 una gara tutto sommato noiosa, controllando sempre il match e gestendo bene Forlì nei pochi momenti in cui ha cercato di rifarsi sotto.
Fondamentale l’apporto di Nicevic (22 punti per il lungo croato), del neo-papà Archie, MVP del match (15 punti, 14 rimbalzi e 5 assist per un 32 di valutazione finale) e del solito D’Wayne Mays, autore di 21 punti.

L’avvio di gara è Orlandina contro Ferguson: a Mays, Nicevic e Portannese risponde il solo play americano con tre triple che consentono al bianco-rosso Cain di appoggiare da sotto il +4 Forlì (7-11). Ma arrivano le due bombe di Mays che riportano l’Upea avanti di 2. I paladini difendono egregiamente, Mays recupera una palla importantissima volando ad appoggiare in contropiede il +1 Upea. Saccaggi riporta i suoi col naso avanti, ma la tripla di Soragna, una schiacciata di incredibile fattura di Archie e Laquintana dalla media distanza consentono ai bianco-blu di chiudere il primo parziale sul +6 (22-16).

Laquintana apre il secondo quarto con l’appoggio in penetrazione che allunga il vantaggio bianco-blu (24-16). Le due formazioni difendono forte e sparano ripetutamente a salve, ma Cain, innescato egregiamente da Saccaggi, riporta i suoi sul -4. Le bombe di Archie e Mays tentano di ammazzare una partita dai ritmi estremamente bassi, ma è ancora troppo presto: i cinque punti di Sergio a fine quarto tentano di dare un colpo di reni ai romagnoli, che vanno negli spogliatoi sotto di 7 punti.

Al rientro dall’intervallo lungo Nicevic porta i suoi sul +9, ma Forlì risorge grazie a Sergio e Crow, che entra in partita con due triple riportando i suoi sul -3 (40-37). La gara prende adesso un ritmo più elevato, i paladini capiscono di non aver ancora la partita in pugno e Archie inchioda un nuovo +5 che scuote i compagni, che riescono, grazie anche all’ottima difesa di Basile, ad allungare la forbice: +11 (51-40). Coach Galli è costretto chiamare time-out ed al rientro trova un buon Ferguson, che accorcia fino al -6. I paladini hanno una marcia in più: la palla recuperata da Soragna lo manda in contropiede ad appoggiare il massimo vantaggio Upea (+13). Gli ospiti però hanno un nuovo piglio: Ferguson e la schiacciata ad una mano di Sergio chiudono il terzo parziale sul -9 (57-48).

Ancora Sergio in avvio ultimo parziale accorcia infilando la tripla del -6, ma i paladini non consentono ai romagnoli di avvicinarsi più di tanto: Nicevic dalla sua mattonella e Archie in tap-in, il vantaggio paladino è ancora in doppia cifra. Saccaggi tenta di salvare il salvabile, ma è ancora Nicevic a guidare i suoi (a fine gara i suoi punti saranno 22), l’Upea conduce ancora sul +13. Gli ospiti usano le ultime energie per tentare l’ultimo colpo di reni, ma i padroni di casa non mollano, con Mays e Archie mettono al sicuro i due punti e Cain e Saccaggi appoggiano da sotto chiudendo il match sul 75-67.

“Ricordiamoci che Forlì ha 2 punti di penalizzazione – dichiara coach Pozzecco a fine gara -, e questo ha pesato e sta pesando come una spada di Damocle sulle loro teste. Sono stato preoccupato per 40 minuti, perché ho avuto la sensazione che Forlì potesse mettere la testa avanti in qualsiasi momento. Questo non è successo per un motivo: la difesa di Basile su Ferguson. Dedichiamo la partita a Dominique Archie, che questa mattina è diventato padre e ha dormito due ore prima di giocare. Sono fiero dell’attaccamento alla maglia dei miei ragazzi.”

Upea Orlandina Basket – Fulgor Libertas Forlì 75-67 (22-16; 34-27; 57-48)
Orlandina: Basile, Soragna 8, Laquintana 6, Nicevic 22, Portannese 1, Mays 21, Archie 15, Ciribeni 2, Strati e Busco n.e. Coach: Gianmarco Pozzecco.
Forlì: Basile, Cain 12, Mascherpa, Crow 12, Ferguson 19, Saccaggi 11, Eliantonio, Sergio 13, Ravaioli e Rosignoli n.e. Coach: Massimo Galli.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close