D

Serie D: l’Orlandina si arRende anche in casa, pari Due Torri e Città di Messina

D

Giornata senza vittorie la ventitreesima del Girone I di Serie D per le squadre messinesi. L’Orlandina inciampa in casa col Rende, buon pari del Due Torri a Vibo, il Città di Messina impatta a Noto.

Al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando, l’Orlandina di mister Raffaele prova ad uscire dal tunnel nella sfida contro il Rende di mister Trocini, con i calabresi messi addirittura peggio dei biancoazzurri.

I paladini cercano tre punti per allontanare lo spettro dei play-out e iniziano bene con Mincica che all’11’ impegna Greco con un bel tiro a giro messo in corner dall’estremo difensore ospite. Poco dopo, lo stesso Mincica serve Marasco che da pochi passi mette sul palo. Al 20′ è Russo a sfondare sulla fascia e a mettere in mezzo per Mincica che di testa centra ancora il palo. L’Orlandina è sfortunata e al 25′ va addirittura in svantaggio. Fascetto prova il rinvio ma la palla carambola su Pignatta che, involatosi verso la porta dei locali, trafigge Galipò per il punto dello 0-1. I padroni di casa reagiscono e tra il 37′ e il 45′ hanno tre opportunità con Frisenda che però non riesce a realizzare il gol del pareggio che l’Orlandina meriterebbe. Il primo tempo vede dunque il Rende avanti 0-1.

Il secondo tempo si apre come peggio non potrebbe per i siciliani, che dal 52′ si vedono costretti a giocare in dieci uomini per l’espulsione di Fascetto. In superiorità numerica, il Rende mette fuori la testa dal guscio e al 55′ Grisolia punisce per la seconda volta i padroni di casa con un bel diagonale dal limite che vale lo 0-2. Al 60′ l’Orlandina, complice l’ingresso di Crinò, ha un sussulto e trova la rete dell’1-2 con Privitera dal dischetto, dopo un atterramento in area proprio ai danni di Crinò. I messinesi a questo punto sembrano crederci ma, tra arbitraggio e sfortuna, perdono prima l’espulso Privitera e poi l’infortunato Crinò e di conseguenza non hanno più la forza per reagire. Nel finale arriva anche il gol dell’1-3 definitivo ad opera ancora una volta di Pignatta. Domenica prossima la squadra del presidente Romagnoli farà visita alla capolista Savoia, perché quando piove, grandina.

Nel frattempo, a Vibo Valentia, il Due Torri di mister Alacqua centra un importantissimo pareggio contro i padroni di casa della Vibonese. I calabresi, in grande ascesa, trovano per primi il vantaggio grazie al gol al 42′ di Cocuzza. I biancorossi non si scoraggiano, giocano un secondo tempo di puro orgoglio e trovano il pari all’85’ grazie ad un’autorete di Koffi che regala un punto prezioso ai pirainesi in chiave salvezza. Pareggio con tanti rimpianti, invece, per il Città di Messina che, contro un Noto in nove uomini per le espulsioni di Kone e Pasqualicchio, non va oltre lo 0-0 esterno, con Camarda che fallisce il rigore del potenziale successo al 58′.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close