mod-

Naso: il sindaco chiede il riconoscimento dello “stato di calamità naturale” – le foto

DSCN2964-mod

Non accenna a tregue il dissesto idrogeologico nel centro storico nasitano. Visibili nelle foto i continui peggioramenti quotidiani delle strade e degli edifici con crepe che si allungano sempre di più e sempre più profonde.
La situazione che si sta aggravando sempre più velocemente ha portato il sindaco Letizia a richiedere lo “stato di calamità naturale”.
L’ammontare dei danni finora stimati si aggira intorno a 15.000.000,00 di euro tra case, edifici e strade colpite dal dissesto, e il trasferimento provvisorio della sede municipale nei locali di Via Marconi è questione di giorni poichè  l’adeguamento della struttura è quasi ultimato.

DSCN2957-mod

DSCN2959mod
Di fronte ai continui appelli e richieste di aiuto fatte dal comune a vari organi istituzionali tra cui la Protezione Civile Nazionale e rimasti inascoltati, oggi l’amministrazione, in stato di emergenza, decide di attivare tutte le procedure necessarie per il riconoscimento dello  stato di calamità.

DSCN2961-mod
Dopo la conferenza dei servizi anche il sen. Mancuso componente della commissione ambientale si è recato nell’attuale sede del comune, scattando personalmente le foto col telefonino, impegnandosi a portare la discussione in senato.
Il capo della Protezione Civile Foti, ci ha spiegato l’assessore Rubino, ha preso impegni concreti per la sede definitiva del comune: sono infatti due gli immobili scelti per la sistemazione degli uffici ovvero Casa Collica oppure l’ex Casa del Fascio.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close