san fratello

San Fratello: la minoranza, “niente emolumenti a favore della mensa scolastica”.

san fratello
I cinque consiglieri di opposizione, che rappresentano la minoranza consiliare: Pina Regalbuto, Felicia Carroccetto, Antonio Savio, Benedetto Reale e Maria Rosa Mancuso, propongono alle cariche amministrative locali di rinunciare integralmente ai loro  emolumenti per destinarli all’espletamento del servizio mensa scolastica. Nella lettera che hanno indirizzato Sindaco di San Fratello, Mario Francesco Fulia, all’Assessore alla Pubblica Istruzione e al Presidente del Consiglio, diramata anche tramite facebook per darle una maggiore diffusione tra i cittadini del centro montano, scrivono,
 “a far data dal 13 gennaio 2014, è stato attivato il servizio mensa esterna nella scuola primaria e dell’infanzia del Comune di San Fratello; ma le somme trasferite dalla Regione Sicilia e destinate all’espletamento del servizio in questione non consentono di coprire integralmente i costi del servizio stesso. il Comune di San Fratello ha garantito il servizio solo per il 50% del costo totale annuo;quindi la restante parte del 50% è stata posta a carico delle famiglie…
Ritenuto, quindi, che i costi dell’attuale servizio incidono sul bilancio familiare in particolar modo per le famiglie che hanno più figli che frequentano la scuola
 Proponiamo ai Sigg.ri colleghi Consiglieri, agli Assessori, al Sindaco ed al Presidente del Consiglio, di rinunciare integralmente agli emolumenti spettanti e destinarli all’espletamento del servizio mensa scolastica al fine di sollevare le famiglie da tali costi.
Al Presidente del Consiglio si chiede pertanto di inserire la presente proposta nell’Ordine del Giorno del prossimo Consiglio Comunale.
Una proposta che verrà valutata e discussa nel prossimo consiglio comunale con data da programmare, ma che fino adesso non ha trovato nessuna opposizione ufficiale da parte degli amministratori.
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close