Enzo Poz

C. d’Orlando: Enzo Sindoni: «”Poz” genuino ma 5 minuti in più…»

Enzo Poz

Dopo la sconfitta patita nel finale a Ferentino dall’Upea Capo d’Orlando nella diciannovesima giornata di Legadue Adecco Gold, media e addetti ai lavori hanno inevitabilmente puntato i propri riflettori sulla conferenza post-partita del coach dei paladini, Gianmarco Pozzecco. L’istrionico tecnico biancazzurro è infatti platealmente sbottato davanti ai giornalisti contro l’allenatore avversario Franco Gramenzi, il quale ha risposto in maniera pacata ma con parole dure al collega.

A fare da paciere tra i due ci ha pensato il presidente dell’Orlandina Enzo Sindoni, con un paio di telefonate e un comunicato distensivo. Il patron orlandino ha comunque espresso un parere più articolato nella serata di ieri, durante “Sport Park”, trasmissione sportiva in onda ogni lunedì dalle 19 alle 21 sulle frequenze di Radio DOC.

Queste le parole di Enzo Sindoni ai microfoni dell’emittente messinese: «Mi spiace ci sia stata un po’ di baruffa nel dopo partita. Tutto è cominciato alla fine dell’incontro, con Gianmarco che, ancora agitato e con in corpo l’adrenalina della partita, si stava lamentando nei confronti del commissario degli arbitri, probabilmente a ragione, per qualche fischio a sfavore abbastanza “particolare”, anche se ribadisco che Ferentino ha conquistato sul campo questa vittoria. Franco Gramenzi è intervenuto per cercare di riportare la calma tra le parti. Non è una colpa ma non credo fosse il momento giusto per intromettersi. Il “Poz” in quel frangente era molto nervoso e arrabbiato, dopo una sconfitta può capitare, e non aveva avuto tempo per sbollire la rabbia dettata dalla sconfitta subìta nel finale. Da lì è nato un battibecco tra i due allenatori anche se vi assicuro che per Gramenzi era tutto finito all’istante. Gianmarco però è una persona genuina, spontanea e davanti ai giornalisti è esploso. C’è semplicemente stato un malinteso tra i due. Pozzecco è andato in conferenza stampa a caldo, ancora frustrato dalla sconfitta e forse ha alzato un po’ i toni ma non voglio che passi assolutamente il messaggio che Gianmarco ce l’avesse con gli avversari o che, come ha scritto qualcuno, sia un personaggio che allontana i giovani dallo sport. Io sono anzi contento che i giovani siano educati ad essere veri e genuini e non ad indossare maschere come fanno altri. Sicuramente cinque minuti di sbollitura in più avrebbero fatto bene al “Poz”, ma credo che non sia poi successo chissà cosa. Nel basket ho visto gente prendersi a calci e pugni in campo, per poi finire insieme a cena. A fine gara, con la tensione ancora alta, può capitare di uscire dai ranghi. Una delle poche regole che impongo alla mia squadra è quella di non parlare mai in spogliatoio a fine partita proprio per evitare situazioni del genere. Meglio farlo a freddo. Ripeto, è stato solo un fraintendimento. Se Gramenzi non si fosse avvicinato al “Poz” dicendo qualcosa non sarebbe successo nulla. Se Gianmarco avesse capito le reali intenzioni di Franco non sarebbe successo nulla. Alla fine invece è successo, amen. La verità è che Pozzecco fa sempre notizia, qualsiasi cosa faccia. Sinceramente, a me non dispiace mai quando si parla di Capo d’Orlando o di qualche personaggio in qualche modo collegato al nostro paese, questa è solo un’ulteriore conferma dell’eccezionalità umana del nostro allenatore. Comportamento giusto o sbagliato? Penso che chi oggi dice male non aspettasse altro per dire male di lui e chi dice bene conosce Gianmarco e lo stima incondizionatamente come faccio io. Per chiudere la questione, direi che chi sbaglia o chi ritiene di aver subito un torto deve essere in grado di andare avanti e passarci sopra e credo che tra due persone come Pozzecco e Gramenzi non ci saranno problemi. Magari in estate riusciremo ad organizzare questa cena pacificatrice. La vicenda può comunque definirsi chiusa».

La reazione di Gianmarco Pozzecco davanti ai microfoni è stata probabilmente eccessiva e le parole di Franco Gramenzi nei suoi confronti sono state pesanti ma sembra che, a freddo, tutto si sia risolto. La prossima volta, comunque, il vulcanico “Poz” conterà fino a 10 prima di esplodere. Anzi fino a 5… minuti.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close