IMG-20140202-WA0016

Capri Leone: tanto spettacolo, niente gol, 0-0 tra Rocca e Gemini

IMG-20140202-WA0016

Finisce con tanto spettacolo ma senza gol la gara tra Rocca di Capri Leone e San Giovanni Gemini, valida per la ventunesima giornata del Girone A del campionato di Eccellenza.

Sfida salvezza fondamentale al “Nuovo Comunale” di Rocca di Capri Leone tra i padroni di casa biancoazzurri e il San Giovanni Gemini. I “leoni” di mister Bongiovanni, reduci dalla bella vittoria di Calascibetta, si schierano con Smeriglia accanto a G. Bontempo in mezzo al campo e la collaudata coppia Monastra-Craccò in avanti. Rispondono gli agrigentini di mister Balsamo con Bruscia al centro dell’attacco, sostenuto ai lati da Guastella e Zarbo. In mezzo, l’esperienza di Morello e l’esuberanza fisica di Cricchio. Arbitra l’incontro il signor Selmi di Acireale.

L’inizio della gara è molto equilibrato. Il Rocca prova a fare la partita ma il Gemini si chiude in maniera ordinata e non concede spazi ai padroni di casa. Sono proprio gli ospiti a rendersi pericolosi per primi con una punizione di Rappa al 12′. Il fantasista biancorosso pesca sul secondo palo Zarbo, colpevolmente lasciato solo dalla sonnacchiosa difesa del Rocca. L’esterno agrigentino grazia però Inferrera mettendo a lato da pochi passi. Il Rocca reagisce e al 15′ Monastra mette i brividi a Durantini incrociando di sinistro da poco dentro l’area, palla fuori di un soffio. Un minuto dopo è Craccò ad impegnare da fuori il portiere ospite che si salva in due tempi. Al 17′ si rivedono i biancorossi con una punizione dal limite di Zarbo: tiro troppo debole per impensierire Inferrera. Al 23′ gran numero di Bruscia che, al limite, supera il diretto marcatore con un sombrero e scarica una gran botta da fuori, Inferrera respinge come può e la difesa spazza. Dopo questa opportunità la gara si spegne un po’. Bisogna attendere il 42′ per una nuova emozione: girata di controbalzo splendida da fuori di Morello, Inferrera si distende sulla sua sinistra e devìa la sfera prima sul palo e poi in corner. Questa è l’ultima occasione di un primo tempo ensusiasmante, con il signor Selmi che decide di mandare le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 0-0 senza assegnare recupero.

La ripresa si apre con una clamorosa palla gol per il Rocca: palla in mezzo dalla destra per Monastra che si avventa sulla sfera a volo d’angelo ma incredibilmente non centra la porta da posizione favorevolissima, risparmiando i biancorossi di mister Balsamo. Il San Giovanni Gemini non sta comunque a guardare e al 57′ serve un miracolo di Inferrera a negare il gol ad Alletto, abile a smarcarsi in area sugli sviluppi di un corner e ad indirizzare verso la porta avversaria il pallone con un’incornata precisa che dà a tutti l’illusione del gol prima che l’ex portiere del Due Torri compia il suo prodigio quotidiano. Al 71′ ancora paura per il Rocca, con Guastella che converge dalla destra e prova a battere con un gran sinistro Inferrera: palla a lato. I cambi di fronte sono comunque repentini e i padroni di casa hanno addirittura tre palle gol racchiuse in tre minuti. Prima Protopapa si presenta a tu per tu con Durantini dopo l’ottimo servizio del neo entrato Zingales ma il portiere agrigentino si salva con i piedi. Un attimo dopo è lo stesso Zingales che scalda i guantoni all’estremo difensore ospite con una bordata che Durantini alza in angolo. Ancora Zingales al 75′ cerca il diagonale sul secondo palo, e ancora Durantini ci mette una pezza. Al 78′ il testimone dell’eroe passa a Inferrera, che ferma il sinistro dell’incontenibile Bruscia, liberatosi in precedenza di Regina con un dribbling ubriacante, bloccando in tuffo. Nel finale tante mischie da ambo le parti che si risolvono in un nulla di fatto. Il Rocca ha sui piedi di Craccò l’ultima chance della partita, ma la punizione dell’ex Orlandina finisce docile tra le braccia di Durantini. Dopo 4′ di recupero il direttore di gara pone fine alle ostilità: tra Rocca e Gemini finisce 0-0.

Per il Rocca un pareggio forse un pelo stretto ma comunque positivo, che dimostra la ritrovata verve dei biancoazzurri. Il San Giovanni Gemini allunga invece a cinque la propria striscia positiva di questo 2014 in cui ha raccolto 13 punti in cinque uscite. Entrambe le compagini possono ritenersi comunque soddisfatte: giocando così la salvezza è sicuramente a portata di mano.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close