DSCN2923_EVID

Naso: arriva l’ordinanza per lo sgombero del municipio – foto incredibili

DSCN2929

Nel tardo pomeriggio di ieri, pubblicata sull’albo pretorio del comune, è stata emessa la tanto attesa ordinanza sindacale per predisporre lo sgombero degli uffici amministrativi.
Il dissesto idreogeologico che colpisce il centro storico infatti non è nuova come problematica, durante gli anni ci sono stati crolli e dissesti che tutt’ora non trovano soluzione e recupero per mancanza di fondi da parte della Regione e dello Stato. Ad aggiungersi anche le forti preoccupazioni per lo stato di precarietà dell’edificio comunale al cui interno sono chiaramente visibili crepe lungo i muri che di volta in volta tendono ad allargarsi causa il movimento franoso in atto del costone sottostante.

DSCN2927

Tutto ciò ha portato l’amministrazione venerdì scorso a convocare una conferenza dei servizi dove, in presenza del Rappresentante della Protezione Civile Provinciale, del Commissario Superiore del Corpo Forestale e del Genio Civile di Messina, si è discusso su come predisporre lo sgombero immediato dei locali. L’U.T.C. ha reso chiara la situazione spiegando che in questo caso l’intero immobile (edificio comunale e locali privati sottostanti) non è soggetto a roto-traslazione ma è come posto su una faglia, e quando il cemento giungerà al suo punto massimo di plasticità dopo numerose sollecitazioni, il preavviso del crollo della struttura potrà essere di un’ora come di un minuto. Con l’ordinanza il Sindaco Letizia ad oggi ha dichiarato lo stato di emergenza ed ha predisposto il trasferimento programmato nell’immobile di Via Marconi (ex sede Istituto superiore commerciale – turistico), incaricando l’ufficio tecnico di provvedere con estrema urgenza ad adeguare impianti di fornitura elettrica, trasferimento utenze telefoniche e collegamenti informatici; da trasferire anche tutti gli archivi tecnici, contabili e amministrativi.

DSCN2930
Per quanto riguarda i locali di proprietà privata al pian terreno sottostanti la sede del comune, l’U.T.C. assieme alla polizia Municipale effettueranno un costante monitoraggio per tenere sotto controllo l’evolversi del fenomeno di dissesto.

DSCN2936.MOV_snapshot_00.00_[2014.01.30_11.26.40]
A giugno del 2013, ci spiega l’assessore Rubino, erano stati spesi € 30.000,00 per la messa in sicurezza per la raccolta delle acque e impermeabilizzazione del terreno; ma è servito a ben poco poichè il fenomeno è in movimento e l’intervento dovrebbe essere decisamente più consistente con aiuti provenienti da enti istituzionali maggiori.

DSCN2938.MOV_snapshot_00.08_[2014.01.30_11.30.03]

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close