Cefarelli_Casale.

C. d’Orlando: l’Upea vince ed è prima, ma che paura!

Cefarelli_Casale.

L’Orlandina Basket non perde il vizio di mollare nel finale: avanti di 12 punti a 3 minuti dal termine rischia tantissimo negli ultimi 20 secondi, con i piemontesi che si riavvicinano fino al -1. Ma nonostante la pessima gestione degli ultimi minuti la squadra di coach Pozzecco riesce a battere la Novipiù Casale Monferrato e conquista la sesta vittoria consecutiva e la vetta della classifica di Lega Gold, a pari punti con Trento.

Equilibrio in avvio. I primi due punti sono di Martinoni, ma Nicevic fa presto a rispondere dalla sua mattonella. Il primo vantaggio paladino lo firma Cefarelli, partito eccezionalmente in quintetto a causa del mal di schiena di Archie in settimana, ma i piemontesi, con l’ex Bruttini sugli scudi, spesso lasciato solo dalla difesa bianco-blu, riportano tutto in parità. Archie inchioda su assist di Soragna, ma Casale, con il contropiede di Dillard, chiude il primo quarto avanti di 2 lunghezze (14-16).

La tripla di Cutolo porta i piemontesi sul +5 in avvio secondo parziale, ma un guasto al tabellone provoca lo stop del match per dieci minuti, con le squadre che tornano a riscaldarsi sul parquet. Si riprende con la palla persa da Laquintana che manda Dillard in contropiede a firmare il +6 Casale (15-21). Portannese e Basile accorciano le distanze, la tripla di Dillard porta di nuovo sopra di 5 gli ospiti, ma Portannese mette la prima tripla della serata per i suoi e l’Upea è di nuovo -2. Bruttini continua a fare la sua buonissima partita da ex e Giovara, con tanta fortuna, mette dall’angolo una bomba di tabella. La difesa piemontese è aggressiva e il 4/4 ai liberi di Benevelli porta l’Upea sul -1, Martinoni con una penetrazione fuori equilibrio tiene i suoi sul +3, ma Mays la impatta con la tripla che manda le squadre negli spogliatoi sul 35 pari.

Al rientro dall’intervallo lungo Archie mette la tripla, Dillard e Jackson danno un bel da fare alla difesa paladina, ma sale in cattedra Sandro Nicevic, che inchioda il +4 (49-45), a 3 minuti dalla fine del terzo quarto, meritandosi gli applausi del PalaFantozzi. C’è tensione in campo, le difese sono intense e si segna poco, il quarto si chiude sul 49-46.

L’ultimo parziale si apre con il massimo vantaggio Upea: Portannese, Archie e la bomba di Basile portano i paladini sul +8 (56-48). Coach Griccioli è costretto a chiamare time-out, ma al rientro la situazione resta invariata. Casale ha perso il ritmo, Benevelli segna dalla media distanza e Archie corregge in tap-in il tiro di Mays in contropiede: il vantaggio paladino ora è +12 (60-48). Dillard tenta di tenere a galla i suoi, ma Nicevic continua ad insegnare la pallacanestro segnando con il fallo e tenendo i suoi sul +12 a 3 minuti e mezzo dalla fine. Ma il solito black-out colpisce i paladini: Bruttini si infila nell’area bianco-blu, Cutolo va a schiacciare, Dillard mette la tripla e Martinoni fa 2/2 ai liberi: l’Orlandina sembra destinata ai finali al cardiopalma. Portannese perde palla a 14 secondi dalla fine, Dillard vola dall’altra parte e Basile è costretto a mandarlo in lunetta: l’Orlandina è avanti di uno (65-64), quando mancano 9 secondi al termine. Casale ha un solo fallo di squadra nell’ultimo quarto e spende 7 secondi per fare falli, finché Bruttini non commette fallo antisportivo su Mays, che in lunetta fa 1/2. Quando ormai sembra finita, Mays prende la rimessa di Nicevic, ma la terna gli fischia infrazione di passi ad un secondo e mezzo dal termine. La rimessa piemontese si chiude con la stoppata sul tiro di Dillard. L’Orlandina, rischiando ancora nel finale al PalaFantozzi, vince per 66-64 e conquista la vetta della classifica.

Coach Pozzecco al termine commenta in sala stampa: “Sono la persona più felice del mondo. Per quanto riguarda la paura nel finale posso dire solo che forse eravamo fin troppo concentrati, e a volte la concentrazione può trasformarsi in tensione. Comunque ho assegnato ai ragazzi un compito a casa: martedì devono portarmi una relazione scritta su perché non riusciamo a gestire bene i finali. Forse è anche stato un errore mio, che non ho fatto un altro giro di cambi nel terzo quarto, ma pensavo di chiuderla prima”.

Upea Capo d’Orlando – Novipiù Casale Monferrato 66-64 (14-16; 35-35; 49-46)
Upea Capo d’Orlando: Basile 9, Soragna 5, Laquintana, Benevelli 6, Nicevic 19, Portannese 12, Mays 4, Archie 9, Ciribeni, Cefarelli 2. Coach: Gianmarco Pozzecco.
Novipiù Casale Monferrato: Casini, Giovara 3, Bruttini 17, Di Prampero, Amato 2, Dillard 18, Martinoni 8, Cutolo 7, Fall 2, Jackson7, Di Prampero n.e. Coach: Giulio Griccioli.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close