Rocca

Capri Leone: il Rocca torna a sorridere, 0-3 a Calascibetta

Rocca

Dopo tanta attesa e tanto penare, il Rocca di Capri Leone esce dal tunnel e torna al successo nel Girone A di Eccellenza grazie all’exploit per 3-0 in trasferta sul terreno del fanalino di coda San Sebastiano.

Al “Piano Longuillo” di Calascibetta si affrontano in una sfida valevole per la ventesima giornata di campionato due compagini in crisi nera, capaci di collezionare in coppia zero vittorie nelle ultime nove giornate. I padroni di casa di mister Privitera ultimi in classifica sono addirittura reduci da otto sconfitte consecutive e cercano di sfatare il tabù casalingo affidandosi all’esperienza di Armenio e al talento di Mento e Saraceno. Risponde il Rocca di mister Lombardo (mister Bongiovanni ancora squalificato) rispolverando il 4-4-2 con Monastra accanto a Craccò. Dirige la delicata partita il signor Bonaccorso di Catania.

Su un terreno di gioco ai limiti della praticabilità e assolutamente indecoroso per la categoria, i caprileonesi mostrano il loro lato migliore fin dalle prime battute. Al 7′ il giovane Protopapa avrebbe sui piedi il punto del vantaggio ma l’ex Longi spara alto da posizione favorevole. Il Rocca spinge con convinzione e al 12′ passa con una schema collaudato: corner di G. Bontempo per F. Bontempo che di testa batte l’incolpevole Romano, 0-1. Nemmeno il tempo di rimettere il pallone al centro che gli ospiti raddoppiano. Monastra prende di imbucata la difesa locale, si presenta a tu per tu con l’estremo difensore avversario, lo salta e insacca a porta vuota il punto dello 0-2. I messinesi sono assoluti padroni del campo e al 24′ Naro sfiora lo 0-3 con un tiro dal limite che si perde di poco fuori. Il primo tempo scivola via senza ulteriori sussulti, con la San Sebastiano incapace di fare male ad un Rocca molto compatto che gioca sul velluto.

La ripresa è però tutta un’altra storia. Al 50′ Rizzo raccoglie un rinvio sbagliato di F. Bontempo e mette i brividi ad Inferrera con una bordata che sfiora l’incrocio dei pali. Poco dopo, lo stesso Rizzo dalla destra serve Saraceno che di testa da pochi passi indirizza la sfera verso la porta biancoazzurra. Inferrera si distende sulla sua destra e compie un vero prodigio, negando il gol al centravanti locale e mantenendo il punteggio sullo 0-2 in favore dei caprileonesi. La formazione ennese è comunque sul pezzo e al 62′ ha l’occasione giusta per colpire. Lancio alle spalle della difesa per Mento che si ritrova da solo dinnanzi ad Inferrera. L’estroso numero 7 ex Due Torri prova il tocco sotto col pallone che si perde a lato ma Inferrera nello slancio stende lo stesso Mento. Il signor Bonaccorso, titubante, concede il rigore ai padroni di casa tra le proteste degli ospiti ed estrae il cartellino giallo nei confronti del portiere del Rocca, riuscendo nella difficile impresa di scontentare entrambe le parti. Dagli undici metri, comunque, si presenta Armenio che si fa ipnotizzare da Inferrera, tornato in versione “Superman”. L’errore dal dischetto condiziona negativamente i gialloneri che continuano a macinare gioco ma non riescono più ad essere pericolosi. Al 90′, in contropiede, il Rocca trova anche il gol dello 0-3 grazie ad un gran sinistro al volo di Monastra, ottimamente servito dal sempre utile Craccò.

Dopo 3′ di recupero il direttore di gara pone fine alle ostilità, con il Rocca che torna alla vittoria dopo tempo immemore e la San Sebastiano che continua invece a percorrere la strada verso la retrocessione mettendo in cascina la nona sconfitta consecutiva, anche se lo 0-3 odierno è francamente troppo punitivo nei confronti dei generosi gialloneri.

Dopo un periodo davvero cupo, comunque, il Rocca di Capri Leone può così tornare a sorridere ma la zona calda resta distante solo due punti. Domenica prossima al “Nuovo Comunale” i “leoni” affronteranno il San Giovanni Gemini in una sfida salvezza vietata ai deboli di cuore.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close