conf-lavori-maggioranza

S. Agata M.llo: “Sottile ha precise responsabilità politiche sul blocco delle opere pubbliche”

conf-lavori-maggioranza
Si è svolto ieri nella tarda serata l’incontro voluto fortemente dal gruppo di opposizione per evidenziare quante responsabilità abbia la nuova amministrazione Sottile nell’aver creato una situazione di “impasse” amministrativa volta a creare nella sostanzialità dei fatti un immobilismo  nel settore dei lavori pubblici. Venti  i progetti che i consiglieri hanno portato al vaglio dei giornalisti ( con documentazione scritta) per trentacinque milioni di euro, progetti, che come attestano le “carte” sono bloccati, fermi totalmente o parzialmente e comunque  in  tutti i casi in ritardo rispetto ai tempi prestabiliti. Tante le accuse rivolte all’amministrazione in carica tra cui la più grave quella di avanzare “precise responsabilità politiche” nell’ aver creato un ingolfamento della macchina comunale ed un rallentamento di un processo di crescita e sviluppo, frutto di scelte evidentemente sbagliate  che hanno contribuito ad accunulare “ritardo su ritardo”. A chiarire questo punto è il consigliere Barbuzza che ha ricordato come l’amministrazione vanti legami politici ed istituzionali importanti senza però riuscire ad ottenete  il contributo decisivo per sbloccare i cantieri. “La riduzione dei responsabili delle Aree e la riassegnazione dei dirigenti ai vari Uffici comunali”- ha spiegato la Gumina- “ha determinato un vero e proprio inceppamento della macchina amministrativa”.
Concetto ancora più chiaro nelle parole del consigliere ed ex vice sindaco Calogero Pedalà: “ Si è stravolto l’assetto della struttura ed in particolare dell’ufficio tecnico, bloccando nei fatti  lo sviluppo di Sant’Agata”.
Alla conferenza stampa ha partecipato anche il presidente del consiglio Antonio Scurria la cui presenza è stata motivata, come ha chiarito lui stesso, dal fatto che i progetti e finanziamenti sotto “esame” erano stati seguiti personalmente .Durante l’amministrazione Mancuso,  infatti, il Dott. Scurria era assessore ai lavori pubblici. Il presidente, intervenendo alla conferenza,  ne ha, così, approfittato per chiedere un cambio di passo all’amministrazione ed una spinta decisiva per giungere finalmente all’avvio delle opere.  Lo scopo della conferenza, programmata già da una settimana, ma anticipata l’altro ieri da quella della amministrazione, (per dimostrare come i ritardi non siano frutto di immobilismo amministrativo ma causate da lungagini burocratche) era quello di stimolare il Sindaco Sottile e la sua giunta, con toni pacati, ma, i consiglieri di opposizione, hanno voluto inoltre soffermarsi sulle manchevolezze dell’amministrazione in carica e non solo sui lavori pubblici. “La fase di rodaggio è ormai finita-  ha detto Andrea Barone – stranamente quei progetti sono ancora fermi”. “L’immobilismo è  preoccupante e soprattutto non emerge la programmazione per il futuro della città”,  ha invece ribadito Achille Befumo. La sensazione, del gruppo di opposizione è che in barba alle promesse fatte in campagna elettorale, garantendo discontinuità e rinnovamento, il Sindaco Sottile e la sua squadra finora non hanno realizzato, in termini concreti, nulla per lo sviluppo della città. Ciò che si augurano e che i cittadini comincino a capirlo,  “Le lungaggini derivanti dall’avvio di opere il cui iter era già stato per la gran parte compiuto negli anni passati, con progetti presentati e finanziamenti riconosciuti, non sembra essere certo un buon viatico in vista di una prossima stagione in cui bisognerà evidentemente ripartire da zero, dalla fase della programmazione strategica delle opere a quella della progettualità, dalla captazione di contributi e filoni giusti di finanziamento al reale avvio dei cantieri”
La maggioranza ha dato appuntamento alla stampa, a breve , per un nuovo incontro in cui sono preannunciate grosse novità sulla vicenda legata alla gestione del servizio rifiuti

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close