Lucio

Capri Leone: Regina a Radio DOC: «Rocca con dei limiti, ora conta solo vincere»

Lucio

Quattro punti nelle ultime nove partite, tre sconfitte nel 2014 con nove gol al passivo e una sola rete segnata e tanti dubbi nella mente. Dopo un girone di andata strepitoso, è questa la situazione attuale dell’Usd Rocca di Capri Leone, che si ritrova a pochi punti dallo spettro dei playout nel Girone A del torneo di Eccellenza dopo diciannove turni disputati. L’ultima gara dei caprileonesi, terminata 0-1 in favore del Serradifalco al “Nuovo Comunale”, è stata segnata da un errore da parte di uno degli uomini cardine della squadra, il difensore Luciano Regina (foto Alferi).

Ieri sera, durante “Sport Park”, rubrica di approfondimento sportivo in onda ogni lunedì dalle 19 alle 21 su Radio DOC, lo stesso Luciano Regina ha voluto parlare del momento delicato dei “leoni”, senza timore di metterci la faccia dopo una disattenzione che è costata la partita ai suoi.

«Ho sbagliato e mi dispiace. Ho deluso i miei compagni – confessa l’esperto difensore biancoazzurro -, ho fatto un errore incredibile, non mi era mai capitato in carriera ma mi prendo le mie responsabilità. Purtroppo la mia disattenzione è costata un punto importante alla squadra, che adesso ha il morale ancora più basso. In questo momento ci gira tutto storto ma dobbiamo vedere i lati positivi perché, nonostante la sconfitta, contro il Serradifalco si è rivisto un Rocca compatto che non ha rischiato niente, dobbiamo ripartire da qui».

Il Rocca veniva infatti da una brutta scoppola rimediata a Marsala e il girone di ritorno, cominciato già malissimo, sembra molto più arduo rispetto a quello di andata per i “leoni”, come ammette Regina: «Conosco molto bene questo campionato. Il girone di ritorno è un campionato nuovo rispetto al girone di andata. Molte squadre si sono rinforzate e sono più agguerrite che mai al fine di centrare la salvezza. Noi siamo una formazione con dei limiti in rosa, non possiamo nasconderlo, limiti che derivano da un numero esiguo di punte e dal non avere grandi incontristi in mezzo al campo. Purtroppo, vuoi per motivi economici, vuoi per poca disponibilità sul mercato di giocatori con caratteristiche adatte al nostro modo di giocare, noi siamo rimasti quelli di inizio anno, abbiamo anzi perso qualche pezzo e dal mercato di dicembre siamo sicuramente usciti ridimensionati rispetto alle concorrenti. Questo non significa che non abbiamo le potenzialità per salvarci, anzi. Il problema in questo momento è mentale, dobbiamo cogliere una vittoria per riuscire a sbloccarci ed uscire da questo tunnel negativo che ci sta inghiottendo. Nonostante tutto, la nostra resta una stagione da sufficienza piena, non facciamoci prendere dal panico».

Domenica prossima si va a Calascibetta a sfidare la San Sebastiano ultima in classifica. Regina non ha dubbi, conta solo la vittoria: «Non è più tempo di fare calcoli o di preparare le partite in base a chi affrontiamo. Domenica dobbiamo vincere, non abbiamo altre alternative. La nostra forza è la difesa ma a volte la miglior difesa è l’attacco. A noi servono solo i tre punti, ci siamo giocati tutti i bonus conquistati nel girone di andata quindi basta parole, a Calascibetta si giocherà per un solo risultato. Noi ci crediamo e sono sicuro che, con carattere e personalità, usciremo da questo momento buio. Mister Bongiovanni ha attraversato periodi più difficili in passato, saprà come darci una mano. Bisogna solo pensare positivo e lavorare».

Il Rocca di Capri Leone è adesso con le spalle al muro: vincere o morire il motto dei biancoazzurri che domenica saranno impegnati sul terreno di gioco del fanalino di coda San Sebastiano. Determinazione, carattere e personalità sono le qualità che servono ai “leoni” per tornare a ruggire, qualità che da sempre contraddistinguono un trascinatore come Luciano Regina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close