Mays_Biella

C. d’Orlando: l’Orlandina piega Biella e si prende la rivincita

Mays_Biella

L’Orlandina conquista al Forum di Biella la quinta vittoria consecutiva battendo l’Angelico per 82-93, grazie ad un’ottima prestazione corale dei paladini: ne è una prova la doppia cifra di ben 5 uomini (Nicevic, Portannese, Basile, Archie e Mays).
Nei primi due quarti vi è sostanziale equilibrio tra le due formazioni, ma i ragazzi di coach Pozzecco scavano la fossa ai padroni di casa dopo l’intervallo lungo, tanto che Biella non riuscirà più a ricucire lo strappo nonostante i tentativi dell’ultimo quarto.

Il primo a referto è Portannese con l’1/2 ai liberi, dopo aver subito il fallo da Laganà. Hollis mette la tripla, ma Archie e Nicevic portano in vantaggio l’Orlandina (3-7 dopo 3’). Raspino e Laganà fanno presto a rimettere tutto in parità a quota 7, ma i liberi di Mays e una bomba di Basile da oltre 8 metri portano l’Upea sopra di 5 lunghezze (12-17 a 3’ dalla prima sirena). Voskuil e Berti non ci stanno e l’Angelico mette il naso avanti: 22-21. Alla sirena del primo quarto è Biella a chiudere avanti (26-23) grazie alla tripla allo scadere di De Vico.

Benevelli apre il secondo quarto andando a segno dopo aver lottato e conquistato due rimbalzi consecutivi. L’Upea fa circolare bene la palla e sale in cattedra Dominique Archie, che porta i suoi sul +4 (26-30 dopo 4’). Ma in questa gara non sono permesse distrazioni e Hollis e Berti riportano avanti Biella (31-30). In campo vige l’equilibrio, Laquintana e Nicevic riportano l’Upea avanti di un punto (38-39). Si va negli spogliatoi in perfetta parità: 41-41.

Al rientro sul parquet Archie e Nicevic suonano subito la carica per i paladini (41-47 dopo 2’). Biella si affida alle sue bocche da fuoco: Hollis e Raspino riportano la parità (47-47). Ma ancora Archie e Nicevic, cui si aggiunge Portannese, spingono avanti l’Upea: 49-53. Biella pareggia i conti con Lombardi, ma Portannese ha preso fiducia e mette la tripla del +3 (53-56 dopo 5’). Al fallo di Voskuil su Nicevic coach Corbani prende un tecnico per protesta. L’Orlandina ha 4 tiri dalla lunetta e un possesso per azzannare la gara quando manca 1’ alla fine del terzo quarto. 3/4 di Nicevic e tripla di Portannese per il massimo vantaggio Upea (+11, 53-64). Prima che suoni la sirena realizza Laganà: 55-64.

Negli ultimi dieci minuti Biella prova a ritornare in partita, a guidarla è ancora il play figlio d’arte Laganà con punti e tanta intensità. Basile realizza una giocata di pura esperienza, classe e intelligenza: dalla rimessa fa sbattere la palla sulla schiena di un avversario e segna da sotto (60-66, quando mancano 7’). Biella però adesso mette paura e Laganà trova 2 punti per il -4 (62-66). Nei momenti difficili l’Orlandina riesce sempre a trovare un leader: due bombe di Mays e un appoggio di Portannese danno di nuovo la doppia cifra di vantaggio all’Upea (64-74 al 35esimo). Va a segno ancora Mays dall’arco nonostante il fallo di Laganà e mette anche il libero supplementare. Il play americano non è ancora sazio, realizza ancora da sotto e mette anche la sua quarta tripla chiudendo di fatto il match sul +11 per l’Upea (74-85 a 1’ dalla fine).

Alla fine del match il capitano Soragna commenta così la vittoria: «Siamo felicissimi perché questa era una gara complicata. Sapevano che loro in casa sono forti e difficili da battere. È una vittoria che ci dà morale e che è importante anche per la classifica. Dopo otto anni passati qui, tornare da avversario dà sempre delle emozioni. Siamo stati bravi in attacco e in difesa, abbiamo distribuito molto bene le responsabilità».

Angelico Biella – Upea Capo d’Orlando 82-93 (26-23; 41-41; 55-64)
Angelico Biella: Murta, Chillo 5, Raspino 12, Laganà 11, Infante 6, Lombardi 2, Berti 8, Voskuil 10, De Vico 8, Hollis 20. Coach: Fabio Corbani.
Upea Capo d’Orlando: Basile 12, Soragna, Laquintana 2, Benevelli 7, Nicevic 21, Portannese 11, Mays 22, Archie 18, Ciribeni, Cefarelli. Coach. Gianmarco Pozzecco

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close