1546376_724619617557518_1777343769_n

C. d’Orlando: Favolandia a Palermo per “Seminare il futuro!”

1535577_724620417557438_1124339131_n

Sabato 18 gennaio i bambini della ludoteca Favolandia hanno aderito ad un progetto no profit “Seminare il futuro!” organizzato dalla Cooperativa Agricola Valdibella di Camporeale, Palermo, per condividere l’esperienza della semina di un campo di grano con il metodo a spaglio.
Si tratta di una semina collettiva con semi provenienti da agricoltura biologica e biodinamica che rappresenta un’occasione per riaffermare l’importanza degli alimenti non inquinati da additivi e residui chimici, troppo dannosi per la nostra salute.

1531693_724620434224103_1784887244_n
Il progetto nasce in Svizzera nel 2006 da un’idea di Ueli Hurter, agricoltore biodinamico, e di Peter Kunz, selezionatore di cereali biologici e sta trovando largo consenso e successo in numerosi paesi del mondo.
L’iniziativa, realizzata per la prima volta in Italia nel 2011, ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della provenienza del cibo, sottolineando l’importanza della sovranità alimentare e della lotta contro le coltivazioni OGM.

73383_724620557557424_425928294_n
Coinvolte diverse scuole della provincia palermitana, accompagnati dalla musica di canti popolari siciliani, con brani di Rosa Balistreri, dopo il passaggio dell’aratro i bambini si sono disposti ai bordi del campo spargendo i semi di una varietà di grano duro molto antica, la timilia, la cui coltivazione, largamente diffusa fino alla metà del secolo scorso, oggi in Sicilia è quasi scomparsa. Questa semente proviene da un processo di selezione naturale che non ha subito nessuna manipolazione genetica.

1545042_716146771769519_1045135449_n
Un dato allarmante pone l’attenzione sulla varietà del frumento che contava nel 1927 solo in Italia 291 specie, che nel 1971 si erano ridotte a 41. In Sicilia oggi la metà del grano coltivato è di una sola tipologia, rendendo così vulnerabile la varietà genetica a condizioni di cambiamenti climatici e nuove malattie decretandone la definitiva scomparsa.

1507809_724620860890727_1720640027_n
La porzione di terreno seminata da bambini e adulti sabato mattina è stata contraddistinta da uno striscione sul quale i partecipanti hanno lasciato le proprie firme e disegni così per un anno, fino alla trebbiatura, potranno tornare a seguire la crescita del cereale.

1604593_724620327557447_1424267182_n
A conclusione della semina un pranzo a base di prodotti biologici: sapori decisi e nuovi per molti bambini incuriositi che hanno assaggiato il pane con farina di grano timilia, ricotta, tuma e altre delizie tipicamente made in Sicily.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close