BodyPart

Serie D: Due Torri e Orlandina non si fanno del male, harakiri Città di Messina

BodyPart

Finisce 0-0 il super derby di Serie D tra Due Torri e Orlandina, che nella ventesima giornata del Girone I del massimo torneo dilettantistico non si fanno del male e portano a casa un punticino che muove la classifica di entrambe. Suicidio pazzesco per il Città di Messina, ko in casa per 2-3 in un rocambolesco incontro con la Vibonese.

Al “Vasi” di Gliaca di Piraino, si affrontano il Due Torri di mister Alacqua e l’Orlandina dell’ex mister Raffaele, con entrambe le compagini alla ricerca di punti salvezza. A dirigere il delicato incontro è chiamato il signor Saggese di Rovereto, con l’aiuto degli assistenti Saija di Messina e De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto.

La partita non è delle più spettacolari, anche se l’agonismo e la determinazione non mancano alle due sfidanti. Al 17′ prima opportunità per i padroni di casa, con Scolaro che insacca il punto del vantaggio, prontamente annullato dal direttore di gara per fuorigioco tra le proteste del pubblico biancorosso. L’Orlandina risponde al 25′ con una punizione di De Cristofaro che però non impensierisce Di Dio, terminando fuori. La gara è condizionata anche dal vento, che non permette alla squadre di imbastire trame di gioco importanti. Il primo tempo, comunque, si conclude in parità, con un Due Torri migliore rispetto agli ospiti.

Nella ripresa esce fuori l’Orlandina, che al 70′ sfiora il vantaggio con Marasco: Di Dio c’è. Al 73′ è invece il subentrato Crinò ad impegnare il portierone biancorosso che, con un gran tuffo dopo il tiro dell’ex Igea Virtus, mette in corner il pallone del potenziale 0-1. Il match scorre via fino alla fine sui binari dell’equilibrio e si conclude giustamente a reti bianche.

Al “Celeste” di Messina, intanto, il Città padrone di casa si fa rimontare dalla Vibonese e peggiora ulteriormente una classifica già deficitaria facendosi superare proprio dai rossoblù in graduatoria. I giallorossi vanno in vantaggio al 5′ con Camarda, cui segue il raddoppio al 21′ di Brancato. I redivivi calabresi non ci stanno e Allegretti, al 45′ e al 49′, ristabilisce l’equilibrio iniziale. Il Città di Messina potrebbe tornare avanti con un rigore ma Camarda spreca. Nel finale, i messinesi confezionano quindi il proprio harakiri, subendo all’88’ il gol del definitivo 2-3 da Cocuzza. E domenica, al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando, nuovo derby messinese tra Orlandina e Città di Messina. Il Due Torri sarà invece impegnato in trasferta contro l’Hinterreggio.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close