Agnolin

C. d’Orlando: intervista al dg dell’Orlandina Calcio Agnolin: «Serve più equilibrio, squadra in crescita»

Agnolin

È trascorso ormai oltre un mese dall’insediamento nel ruolo di direttore generale dell’Orlandina Calcio da parte dell’ex arbitro internazionale Luigi Agnolin ed è tempo di primi bilanci e prime riflessioni per l’ex fischietto di Bassano del Grappa.

Intervistato ai nostri microfoni, il dg paladino ha fatto il punto della situazione dopo il pari subito dalla formazione del presidente Romagnoli al 93′ contro la Nuova Gioiese nell’ultima giornata del Girone I di Serie D: «Personalmente sono molto soddisfatto della stagione della squadra. Mi sembra che gli obbiettivi fissati dalla società ad inizio anno, e cioè giungere ad una salvezza tranquilla tramite un buon calcio, siano ampiamente alla portata di questa formazione. Probabilmente ci vorrebbe un minimo di equilibrio in più nei giudizi da parte di tutti. Non è il caso di fare voli pindarici se si è in striscia utile né è il caso di abbattersi quando arrivano i periodi bui, figuriamoci essere così instabili dopo una o due gare. Questo è un anno di transizione, dove si stanno gettando le basi per un futuro importante per l’Orlandina e per Capo d’Orlando. Certo, pareggiare all’ultimo istante lascia l’amaro in bocca ma giocavamo contro una squadra molto forte ed organizzata, ci restano comunque una bella prestazione e un punto prezioso che ha mosso la classifica».

Spesso durante la stagione l’Orlandina di mister Raffaele ha gettato al vento punti preziosi nei minuti finali. Per Agnolin è una caratteristica insita in questa compagine: «Come ogni squadra, l’Orlandina ha dei pregi e dei difetti. I pregi sono certamente le partenze lanciate, lo staff tecnico e le qualità che i ragazzi hanno dimostrato nel corso della stagione, d’altronde la classifica parla chiaro, la posizione è assolutamente positiva. Chiaramente la squadra ha dei difetti. Non ha grandissima esperienza ad alti livelli, ogni tanto ha cali di concentrazione e non possiede un’enorme forza caratteriale. A volte se si parla troppo di un problema ci si autoconvince di non poterlo superare. Sono invece convinto che il nostro allenatore, il nostro ds e tutte le persone preposte sapranno trovare le giuste soluzioni per porre rimedio a questa situazione. Il mercato ci ha dato già una mano. Il nostro direttore sportivo Marco Cirillo si è mosso secondo i nostri piani, aggiungendo ad un gruppo competitivo dei calciatori dai valori importanti come D’Angelo, De Cristofaro e Marasco senza però svenarsi. Siamo fiduciosi per il futuro. Se poi arriveranno i playoff bene, altrimenti non ne faremo certamente un dramma, il nostro traguardo si chiama salvezza».

Domenica al “Vasi” di Gliaca di Piraino andrà in scena il terzo derby stagionale tra Due Torri e Orlandina. Il dg ha già capito che non si tratta di una partita come le altre: «L’Orlandina preparerà questa partita come sempre, ben sapendo che ovviamente è una sfida più sentita rispetto ad altre, anche per i trascorsi del nostro tecnico. Sarà un bel duello contro una formazione ostica, speriamo ci sia un grande pubblico visto che purtroppo al “Micale” non sempre Capo d’Orlando risponde presente. Dalla sfida con la Gioiese sono usciti malconci D’Angelo, Marasco e Crinò, inoltre Frisenda non è ancora al top. Non sono un medico quindi non so quante possibilità ci siano perché tutti siano in campo. Lo staff medico è comunque al lavoro con i ragazzi che sono già stati sottoposti a terapie, speriamo di recuperarli per la partita di domenica che significa molto per tutti».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close