Bocephus_King

Capo d’Orlando: “Amarcord”.. Bocephus King si racconta attraverso la sua musica per il “Virtuoso Tour”

Bocephus_King

E’ partito già dall’inizio dell’anno il tour italiano del cantautore canadese Bocephus King che sta attraversando tutta Italia promuovendo il nuovo album “Amarcord”. Nato a Vancouver ma trapiantato negli USA, Bocephus King (pseudonimo di James Perry) è uno straordinario e poliedrico songwriter, promessa del rock americano. Trovare un termine per definire la sua musica risulta, però, praticamente impossibile. Bocephus King custodisce in se tutte le influenze della musica e della letteratura della “beat generation”, sembra un personaggio uscito dalla penna di Kerouac o di Bukowski, leggero e gioioso ma con una estrema e profonda sensibilità. La sua musica è come lui; ricca di ispirazioni che vanno dal country, al blues, al soul, passando per il vaudeville, lo swing, il motown e il roots.

Per i concerti che negli ultimi giorni lo hanno portato ad esibirsi nel Sud Italia, Bocephus King ha scelto di farsi accompagnare, nell’opening act, dal musicista blues siciliano Marco Corrao, il quale è riuscito ad includere tra le tappe dell’Amarcord Tour una serata nella sua Capo d’Orlando, cittadina sulla costa tirrenica in provincia di Messina. E’ proprio a Capo d’orlando, per la rassegna musicale “Virtuoso Tour”, organizzata dall’Associazione Cross Road Club, che Bocephus King si è esibito sabato sera ottenendo un ottimo successo.

Con spontaneità ed umiltà poco comuni, James, è salito sul palco di fronte ad una nutrita platea e si è raccontato rendendo il suo concerto un’esperienza rigenerante e gioiosa. La condivisione degli aneddoti, delle storie, della musica, per Bocephus King sembrano fondamentali e la fiducia nella vita e nell’uomo che trasmette nelle sue canzoni è decisamente contagiosa. Causa il suo odio dichiarato per il “music business”, questo giovane 40enne ha avuto qualche difficoltà ad emergere restando così relegato ad un apprezzamento di nicchia, composto da pochi eletti, che però ha fatto si che Bocephus King rimanesse un personaggio vero e genuino con cui è piacevole soffermarsi a chiacchierare.

Bocephus (1)

Così è come se si aprisse un varco nel tempo, seguendo le parole di Jamie, lo rivedo ragazzino con questa grande e viscerale passione per la musica. Lo immagino mentre scopre i primi vinili dei Beatles e di Elvis Presley, mentre legge Jack Kerouac e se ne innamora. “Non ho deciso che fare il musicista sarebbe stato il mio mestiere, non c’è stata premeditazione – mi dice, sorseggiando una camomilla calda prima del concerto – ma era l’unica cosa che sapevo di dover fare. La musica mi elettrizzava.” Mi racconta così di quando appena 17enne recupera il primo ingaggio per esibirsi in un locale e da lì inizia pian piano il suo cammino.

Qualcuno l’ha definito l’erede della  gloriosa tradizione canadese dei cantautori pensando a Neil Young o a Joni Mitchell, ma lui rivendica le sue personali influenze musicali. “Joni Mitchell e Neil Joung erano canadesi e trapiantati negli USA come me, ma oltre questo non abbiamo molto in comune. Io sono cresciuto ascoltando praticamente di tutto, inizialmente la pop music e tutto quello che passava la radio, poi ho cominciato ad approfondire le mie conoscenze, scoprendo JJ Cale o Paul Simon, la musica indiana, Bob Dylan che, infine, è quello che più ha influenzato ed influenza la mia musica.”

Per celebrare il tour italiano di Bocephus King la Appaloosa Records ha dato alle stampe “Amarcord” un cd antologico composto da 16 brani, tra cui figura anche una inedita cover di “Señor” di Bob Dylan. “Sono un grande fan di Federico Fellini – mi spiega James – e quando ho scoperto che il titolo “Amarcord” significa “mi ricordo”, quindi esplica la ricerca nel passato, ho pensato che fosse il titolo più adatto per questo mio ultimo lavoro. Ho un rapporto molto particolare con l’Italia e vi ritorno sempre molto volentieri, poiché è l’unico paese in cui riesco ad avere un contatto diretto e genuino con il mio pubblico”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close