Barcellona: due arresti per spaccio, sequestrati un chilo di marijuana e 30 grammi di cocaina

stupefacente OK
Nelle prime ore di stamani, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Barcellona Pozzo di Gotto hanno proceduto all’arresto di GIARDINA Tindaro, ventisettenne originario di Milazzo e CALABRESE Natalina, venticinquenne di Barcellona P.G., entrambi resisi responsabili del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato trasferito presso la casa circondariale di Messina, la donna sottoposta agli arresti domiciliari.

L’arresto è scaturito da una complessa attività di polizia finalizzata al contrasto del fenomeno spaccio. Attività che ha visto impegnati i poliziotti nella scorsa nottata in una serie di controlli su strada, perquisizioni personali e domiciliari e che ha permesso il rinvenimento e sequestro di 30 grammi di cocaina e di un chilo di marijuana.

La cocaina era nascosta presso l’abitazione dei due arrestati in un forno a microonde posto su un ripiano della cucina al cui interno c’era anche un bilancino di precisione e 30 grammi di mannite.

Nel corso dell’operazione, è stata inoltre denunciata in stato di libertà una donna, G.G. di anni 33, rea di aver favorito l’occultamento della marijuana poi sequestrata. La donna ha provato a liberarsene gettandola via dal balcone in un giardino sottostante ma è stata notata dagli agenti.

Rinvenuta anche un’agenda rivelatasi contenente nomi e riferimenti a probabili “clienti” dei due pusher completi di importi relativi a somme saldate o da pagare.

La sostanza stupefacente sequestrata ha un valore complessivo sul mercato di circa 15.000 euro.

Giardina Tindaro

Calabrese Natalina

Print Friendly



Close