carabinieri

Capri Leone: arrestato per estorsione

carabinieri
A conclusione di una complessa attività d’indagine, nel pomeriggio di venerdì scorso i militari della Stazione Carabinieri di Tortorici, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Giovanni Montagno Bozzone, cl. 1965, già noto alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di estorsione aggravata.
La vittima, un imprenditore di Tortorici, ormai sfinito dalle continue richieste di denaro e delle pressanti intimidazioni che ha dovuto subire per più di un anno, si era rivolto ai Carabinieri della Stazione di Tortorici per denunciare il suo estorsore.MONTAGNO BOZZONE Giovanni
La mattina di venerdì scorso, Giovanni Montagno Bozzone, residente a Torrenova con nuove minacce telefoniche, ha chiesto e preteso dalla sua vittima un ennesimo appuntamento nel comune di Capri Leone, ma all’incontro si sono presentati i Carabinieri. I militari dell’Arma, dopo aver fotocopiato il denaro da consegnare e predisposto idonea attività di appostamento nel luogo indicato, hanno monitorato le fasi dell’incontro, nel corso del quale il prevenuto con ostentata prepotenza asseriva che quei soldi erano destinati al mantenimento di soggetti in carcere. I militari operanti intervenivano immediatamente dopo la consegna del denaro, bloccando l’estorsore dopo che lo stesso aveva già riposto la somma ricevuta nella tasca della giacca. L’operazione è  frutto della collaborazione e fiducia che la vittima ha riposto nei confronti delle forze dell’ordine, ed in particolare dell’Arma dei Carabinieri.

Sempre all’interno del Comune di Capri Leone, un altro arresto è stato eseguito nel pomeriggio di sabato dai Carabinieri della Stazione di Capo d’Orland nei confronti di un 29enne. Si tratta di Adriano Muscolino, cl.1985, residente a Capo d’Orlando, già noto alle Forze dell’Ordine ed in atto sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.

MUSCOLINO Adriano
I militari dell’Arma lo hanno sorpreso nei pressi del casello autostradale di Capri Leone a bordo di un’autovettura dove viaggiava quale passeggero, in violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale (non poteva allontanarsi da Capo d’Orlando). L’arrestato veniva tradotto presso il proprio domicilio per ivi rimanere in regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo davanti all’A.G. di Patti.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close