raffaelecirillo

Calcio: Orlandina in trasferta a Licata per cominciare al meglio il girone di ritorno

raffaelecirillo

Chiuso il girone d’andata con 25 punti ed il nono posto in classifica nel Girone I del campionato di Serie D, l’Orlandina Calcio del presidente Massimo Romagnoli si appresta ad iniziare questo 2014 andando in trasferta a Licata.

Il Licata, ultimo in classifica a quota 4 punti, con anche una penalizzazione di 3 punti per non essersi presentato nella gara contro l’Agropoli, non sembra un ostacolo insormontabile, ma anche l’Orlandina deve affrontare alcuni problemi, come ad esempio l’infortunio dell’attaccante Crinò. Alla conferenza stampa pre-partita si questa mattina sono intervenuti l’allenatore Raffaele ed il DS Cirillo.

“L’assenza di Crinó è una brutta botta da digerire – dichiara Raffaele e se Vinci, che reputo il suo sostituto naturale, non ce la farà a recuperare dalla botta presa ieri in allenamento saremo costretti a cambiare modulo, ma restiamo comunque fiduciosi perché ritengo che i ragazzi saranno sicuramente all’altezza del compito che li attende. Questo è un campionato difficile, una volta raggiunta la quota salvezza vedremo il da farsi, ma l’obiettivo principale resta salvarsi. Con un po’ più di fortuna e meno problemi fisici dei giocatori potevamo avere una classifica diversa, ma 25 punti adesso sono comunque un ottimo risultato.Per quanto riguarda la campagna acquisti di dicembre la reputo davvero ottima, in allenamento vedo gente entusiasta e ormai i nuovi si sono inseriti al 100% nei meccanismi del gruppo. Il nuovo portiere Galipó è bravo ma dobbiamo farlo maturare con tranquillità, senza alcuna pressione perché ha entusiasmo ma è ancora solo un ragazzo, ha bisogno di allenarsi in una certa materia per migliorarsi, ma è certamente un portiere di prospettiva.”

Il DS Cirillo invece si limita a dire che sarà fatto qualche altro ritocco nella rosa: “Stiamo ancora lavorando sul mercato, con il direttore Agnolin e soprattutto con l’allenatore qui presente, perché alla fine è lui che deve decidere chi mandare in campo. Al 90% prenderemo un giovane valido del comprensorio, probabilmente un esterno per dare al mister un’alternativa in più in avanti. Per noi la territorialità è importante, ricordiamoci che l’80% dei giocatori in rosa è siciliano, guardiamo sempre a questa terra come punto di riferimento.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close