pattavina

Sant’Agata M.llo: un successo la prima con Molière al Teatro Aurora

pattavina

Considerato uno dei grandi classici della comicità, è l’ultima opera scritta da Molière “Il malato immaginario” andato in scena ieri al cineteatro Aurora, come prima commedia inaugurale della rassegna teatrale “Sant’Agata & Teatro”  terza edizione, è stata un grande successo. In una serata molto piovosa, con una buona partecipazione di pubblico, la commedia, curata dal regista  Federico Magnano San Lio, è stata perfettamente adattata per esaltare le doti recitative di un Pippo Pattavina davvero stupefacente. L’attore ieri sera, ha saputo egregiamente interpretare le fattezze un po’ goffe e un po’ assurde di un ipocondriaco coi fiocchi, troppo interessato ai propri “presunti malanni” per rendersi conto delle trame di chi gli sta accanto.

spettacolo

Il testo concepito da Molière in un momento difficile della sua vita, tormentato da eventi nefasti e da una salute precaria è forse un tentativo di esorcizzare la morte attraverso la creazione di un personaggio che finge la malattia: è meglio temere di essere malati invece che accettare di esserlo. E dunque Molière-Argante finge piuttosto una malattia che non esiste, si lascia sedurre consapevolmente dai medici, dai loro raggiri, dai loro misteri, nell’illusione che il destino gli riservi un’ipotetica vita migliore. La satira contro i medici si rivela dunque anche stizza e disperazione contro l’impotenza e il ridicolo della medicina di allora.

scena

In una società, la nostra, che non accetta la vecchiaia come il naturale procedere di una vita che scorre, questa commedia risulta attuale e contemporanea tema: il rapporto di grande conflitto tra il corpo e la mente. il non sentirsi in linea con le aspettative che ci proponiamo di raggiungere ci spinge spesso nel non accettare la nostra vita e condurci nell’illusione di un’ipotetica malattia che giustificherebbe il nostro deficit. Non esiste un “elisir” di lunga vita e l’interpretazione del regista Federico Magnano San Lio della comicità di Molière è stata egregia perché perfettamente attualizzata ai giorni nostri, rendendo ancor più brillante, divertente e fluido un testo risalente al XVII sec.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close