trusso_pp

PORTO: ESPOSTA DELIBERA, PUNTI MANCANTI


E’ stata pubblicata la delibera n. 47 – “RATIFICA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEI LAVORI DI COMPLETAMENTO DEL PORTO TURISTICO E DA DIPORTO DI CAPO D’ORLANDO” – all’albo pretorio del Comune. Un resonto del consiglio comunale svoltosi il 21 ottobre scorso dove all’unanimità è stato votato il punto all’ordine del giorno nonostante le perplessità avanzate durante la seduta dai consiglieri di minoranza. Ma proprio queste non sembra siano state tutte inserite a verbale. Troverete di seguito la delibera del consiglio comunale n. 47 che potrete scaricare e leggere con calma. Intanto il consigliere eletto nella lista “Librizzi Sindaco”, Giuseppe Trusso, ha inviato una serie di osservazioni alla stessa delibera pubblicata lo scorso 25 ottobre. Il consigliere di minoranza chiede che la delibera contenga l’integrazione di seguito riportata:
Premesso che dalla lettura della documentazione afferente il porto, emerge come dato inconfutabile come la concessione sia eccessivamente garantista per l’ATI, specie all’Art. 29 dove è previsto che l’equilibrio economico-finanziario debba permanere per tutta la durata della concessione (60 anni) pena la revisione della convenzione stessa, vengono chiesti ai tecnici, scrive Trusso, opportuni chiarimenti in merito all’Art. 31 della convenzione con particolare riferimento agli oneri in capo al Comune in caso di revisione della concessione al verificarsi degli eventi previsti all’Art. 29 della stessa. Le perplessità scaturiscono dal fatto che, il succitato Art. 31, recita “[…] la revisione della concessione potrà avere ad oggetto la modifica dei piani tariffari, la variazione della durata della concessione, la rimodulazione di importi o periodo di decorrenza, la corresponsione di un contributo da parte de Concedente, il trasferimento dei diritti di proprietà o dei diritti di godimento su immobili, concessioni edificatorie […]”. Desta particolare preoccupazione, continua il consigliere di minoranza Giuseppe Trusso, il passaggio relativo al trasferimento dei diritti di proprietà o dei diritti di godimento su immobili e concessioni edificatorie, per il quale si è ricevuto dai tecnici presenti, opportuno conforto circa il basso livello di rischio cui il Comune sarebbe sottoposto. Viene chiesto inoltre ai tecnici se è stato individuato e/o se comunque sono state avviate attività interlocutorie per la sottoscrizione degli accordi di finanziamento con l’Istituto di credito finanziatore dell’opera che garantirà la copertura finanziaria prevista nel PEF, con particolare riferimento al c.d. “senior debt” (pari a € 12,5 milioni), la linea IVA (pari a € 9,2) e la linea revolving/scopertura conto corrente (pari a € 2,5) e quali sono i rischi ed i riflessi sulla realizzazione dell’opera, nel caso lo stesso istituto finanziatore non venga trovato. Viene chiesto, infine ai tecnici presenti, conclude Trusso, quali sono i rischi ed i riflessi sulla realizzazione dell’opera, nel caso venga negato il finanziamento pubblico integrativo di € 13 milioni, richiesto dal Sindaco in data 7 luglio 2011.”.

Clicca qui per scaricare la delibera N. 47

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close