“LE VENE VIOLATE”, A BARCELLONA LE PRIME COPIE


Saranno distribuite in anteprime nelle librerie della città del Longano. Oggi sarà consegnata la prima copia del libro di Armeli alla famiglia del medico ucciso dalla mafia. Una copia inviata anche al Presidente della Repubblica perchè il caso giudiziario venga attenzionato e non archiviato.  Nino Armenio, l’editore di Brolo che ha curato la stampa del libro di Luciano Armeli Iapichino, ieri, con un pò di emozione, tenendo in mano il volume, fresco di stampa, ha comunicato che, finalmente, sabato, sarà disponibile in libreria il libro che parla, ricorda, accende i riflettori dell’attenzione, chiede giustizia sul caso di Attilio Manca, l’urologo barcellonese “suicidato” dalla mafia a Viterbo. La scelta di distribuire, subito, quasi un’anteprima editoriale, il libro, proprio a Barcellona non è casuale.

Armenio e Manca

Attilio Manca era di Barcellona, qui aveva vissuto, condividendo amicizie e interessi, qui si sono concentrate le indagini sulla sua morte, da qui potrebbe essere partita la mano assassina.. e qui abita ancora la sua famiglia. E da qui partità la distribuzione del libro, ovviamente atteso da tanti anche per i suoi contenuti, gli stralci dei verbali, le tesi sviluppate sulla sua morte, i riflettori puntati sui depistaggi, sui ritardi, sugli omertosi silenzi, su pericolo che tutto si archivi senza un colpevole, senza una verità… nulla è a caso. Ma aggiunge Nino Armenio, “domani insieme all’autore, Luciano Armeli Iapichino, andremo direttamente a casa dei Manca a consegnare la prima copia del libro “Le vene violate” alla famiglia, un gesto umano e doveroso”. Il libro – le prefazioni sono curate da Sonia Alfano e Nichi Vendola; l’editing è Ornella Fanzone che ha curato anche la copertina , verrà presentato alla stampa ed agli addetti ai lavori nei prossimi giorni, mentre già annunciate le presentazioni editoriali a Brolo, nella sala multimediale, nelle librerie di Catania, Viterbo, Palermo e ovviamente anche a Barcellona. “Abbiamo ricevuto altre richieste da parte di librerie e centri sociali, dice Nino Armenio, stiamo studiando un calendario degli eventi, ma – anticipa – spediremo subito il libro a Giorgio Napolitano, il Presidente della Repubblica, a Magistrati e Ministri, perchè tutti rammentino, sappiano, agiscano affinchè il caso sia giustamente attenzionato, non dimenticato, perchè è necessario che la verità emerga”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close