castrovinci

Torrenova: il sindaco interviene su Tares ed Imu in risposta alla nota della minoranza

castrovinci
Ieri il sindaco di Torrenova Salvatore Castrovinci risponde agli ultimi attacchi del gruppo di minoranza  guidato dai consiglieri Calcò, Mileti e Fiocco, che avevano presentato qualche giorno addietro una nota in merito a Tares e Imu che secondo quanto scritto nel documento non presentano nelle bollette recapitate alcuna traccia degli sconti promessi.

“Dopo un anno e mezzo di silenzi”- scrive il primo cittadino torrenovese- “voti contrari, rotture interne, assenze in consiglio comunale e astensioni, la nota del gruppo di minoranza in merito alla Tares e Imu appare come un maldestro tentativo di galleggiamento politico, in una “barca” ormai ridotta a soli tre elementi.

I consiglieri , senza smentire il loro modo di fare, con la loro nota tentano di confondere le acque in tema di Tares e Imu, generando ansia e confusione del tutto gratuita ed immotivata nei cittadini torrenovesi.
Per tali ragioni, mi sembra doveroso e necessario riportare i fatti nei binari della verità.
Per ciò che concerne la Tares, come avevamo preannunciato, la nostra amministrazione è riuscita a diminuirne l’importo rispetto alle fatture ATO e tutti possono agevolmente accertare tale diminuzione anche semplicemente confrontando le fatture della Tares con le vecchie fatture dell’Ato 2011 conguaglio compreso. E, nell’occasione, si fa presente che riguardo la tares chi ha pagato le prime due rate in ritardo deve contattare l’ufficio tributo per la rideterminazione del saldo.

Non solo, ma, come già più volte comunicato ai cittadini, da metà novembre è stata attivata l’isola ecologica e tanti sono i cittadini che conferiscono i rifiuti nel suddetto sito e tanti saranno i cittadini che otterranno i “proclamati” sconti.

Dunque, cari cittadini, non si tratta di proclami, ma di fatti; e, pertanto, desta quasi ilarità la nota della minoranza nella parte in cui si duole del fatto che nelle bollette recapitate non vi è traccia degli sconti promessi: è fin troppo logico ed evidente che lo sconto in fattura si avrà a partire dal 2014 considerato che era materialmente impossibile inserire in bolletta uno sconto che dovrà essere commisurato e quantificato in base ai rifiuti conferiti nell’isola ecologica!!!!!!!

Dunque, una sterile e infondata polemica propalata da tre consiglieri travestiti da paladini dei cittadini e delle loro tasche che, però, badate, nei fatti non si sono mai resi promotori di una qualche proposta da portare all’attenzione del consiglio comunale e, secondo loro, utile al fine di diminuire le criticate imposte.

Purtroppo, l’ovvia ed incontestabile verità è che sia la Tares che l’Imu sono state scelte del Governo Nazionale; noi le abbiamo subite e con tanti sacrifici siamo riusciti, rispetto al 2012, a non aumentare le tasse, a differenza di altri comuni in cui, per far quadrare i conti e garantire i servizi essenziali ai cittadini hanno dovuto imporre degli aumenti sia per l’Irpef, sia per l’Imu che per le tariffe relative al servizio idrico.

E, nonostante le scelte virtuose di questa amministrazione, nonostante il non aver chiesto ai nostri cittadini un solo centesimo in più rispetto al 2012, lo sparuto gruppo di minoranza, invece di intraprendere un nuovo percorso fatto di proposte, di una politica non più sterile e basata solo su voti contrari e astensioni, continua imperterrito sulla strada tracciata e caratterizzata sin dall’inizio solo da apriorismi e scelte di principio che nulla di buono e costruttivo stanno portando al nostro Comune.

Noi le promesse le manteniamo, sono sotto gli occhi di tutti, e in un anno e mezzo abbiamo realizzato gran parte del nostro programma elettorale: noi parliamo con i fatti, voi con chiacchiere improduttive!!!!
Cari consiglieri Fiocco,Calcò e Mileti, la campagna elettorale è finita e davanti a noi e a voi ci sono ancora tre anni e mezzo e, se volete accettarlo, vi do un consiglio: abbandonate la vostra politica del no e incominciate a lavorare per il bene del nostro Paese che, giorno dopo giorni, sta crescendo in maniera davvero esponenziale!

Concludo questo mio comunicato allegandovi le copie del Consiglio Comunale del 02/07/2013 con all’ordine del giorno: Approvazione Regolamento TARES e Approvazione Piano Finanziario Tares. In quella sede, riportato nel verbale, il capogruppo Calcò si è limitato ad astenersi dalla votazione e non ha proposto assolutamente nulla riguardante la Tares e il piano finanziario, ma addirittura ha evidenziato aspetti problematici relativi alla possibilità di sconti alle famiglie sulle tariffe!

Appare, così, una nota stonata quelle di una minoranza che, prima di indossare i panni della paladina dei cittadini dovrebbe, quantomeno, ricordare le dichiarazioni che rende in Consiglio Comunale, evitando, così, delle pessime figure”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close