Rocca

Capri Leone: Rocca fermato a Mazara, al “Vaccara” finisce 1-1

Rocca

Quindicesima giornata nel campionato di Eccellenza Girone A con il Rocca di Capri Leone che impatta sul difficile terreno di gioco del Mazara Calcio per 1-1 nonostante un arbitraggio casalingo e una formazione di casa rinforzata dal mercato di dicembre.

Al “Nino Vaccara” di Mazara del Vallo si affrontano il Mazara di mister Brucculeri e il Rocca di Capri Leone di mister Bongiovanni. Le due compagini si schierano in maniera speculare. Il 4-2-3-1 dei padroni di casa vede in avanti Omolade sostenuto dal trio Rossella-Giannola-Jimoh, quello biancoazzurro Monastra, Incognito e Zingales alle spalle di Craccò. Arbitra la partita il signor Frasca di Ragusa.

I primi, gradevoli minuti di gara sono di studio, con Craccò che ci prova in acrobazia all’8′ per il Rocca e con Jimoh che risponde all’11’ per i locali. Nessuno dei due attaccanti mette però in difficoltà il portiere avversario. La sfida procede sui binari dell’equilibrio fino al 32′, quando i “canarini” vanno vicinissimi al gol. Palazzo va via sulla sinistra e serve in area l’accorrente Omolade che calcia a botta sicura. Inferrera si oppone come può, deviando il pallone sul palo, prima che il direttore di gara segnali un fuorigioco dubbio ai danni del Mazara. Scampato il pericolo, il Rocca cerca di imbastire nuove manovre d’attacco, guadagnando un corner al 45′. Dalla bandierina G. Bontempo pesca l’omonimo Fabrizio che di testa batte l’incolpevole Iacono per lo 0-1. Pochi istanti dopo, le squadre vanno al riposo con i caprileonesi avanti di una marcatura.

Il Mazara inizia la ripresa con un altro piglio e domina in avvio. Al 52′ un’ingenuità in area di rigore di Incognito, sanzionata fiscalmente dall’arbitro, regala ad Omolade l’occasione per il pareggio. Dagli undici metri, dopo un rigore concesso tra le proteste, il numero 8 dei padroni di casa si fa però ipnotizzare da uno strepitoso Inferrera che, in tuffo, compie una prodezza e mette in angolo. Sugli sviluppi del corner, Palazzo conclude dal limite ma il portiere del Rocca ci mette nuovamente una pezza e salva il risultato. Il gol del pari è però maturo e puntualmente arriva al 55′. Palazzo trova il varco giusto per provare il destro da fuori, Inferrera respinge e sulla ribattuta il pallone arriva sulla testa di Omolade che da pochi passi non sbaglia, 1-1. A questo punto la gara perde di intensità, prima che Margò venga espulso per una dubbia doppia ammonizione dal signor Frasca, lasciando il Rocca in dieci uomini. Nonostante l’inferiorità numerica, i biancazzurri non rischiano niente nei restanti 20′ di partita. Dopo 3′ di recupero, l’arbitro manda tutti sotto la doccia, Mazara-Rocca di Capri Leone 1-1.

Un pari giusto per quello che si è visto in campo, con un Rocca che può recriminare per un arbitraggio non sempre all’altezza e con il Mazara che deve fare mea culpa per un primo tempo poco convincente. Prima della sosta una nuova trasferta attende i ragazzi di mister Bongiovanni, che chiuderanno questo fantastico 2013 contro la Pro Favara.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close