BASKET: UPEA VINCE MA RISCHIA NEL FINALE


L’Orlandina soffre ma vince la gara di ieri pomeriggio al PalaFantozzi contro l’AcegasAps Trieste con il punteggio finale di 81-79. L’Upea scende in campo con Alessandri in cabina di regia, Zanelli, Crow, De Min e Benevelli, di fronte Trieste schiera Carra, Zaccariello, Moruzzi, Ferraro e Gandini. Partita equilibrata e combattuta sino alla fine, coi paladini che partono male in difesa, andando anche sotto di 8 punti (8-16), e che si riprendono solo a metà del primo quarto, chiudendolo sul 16-20. Tutt’altra storia nel secondo periodo, con l’Orlandina che parte subito forte, e con una difesa ben schierata e nel segno di De Min e Zanelli riesce a chiudere un parziale di 12-0 (28-20). Ma, dopo un fallo tecnico fischiato alla panchina di Capo d’Orlando, Trieste risponde imponendo i suoi ritmi di gioco e chiudendo il proprio parziale di 12-0, portandosi di nuovo sul +4 (28-32) a 5 minuti dalla fine del primo tempo. Ma l’Upea non ci sta e con Crow e Zanelli in
prima fila, riesce a recuperare il divario e va al riposo lungo sul 44-40. Inizio terzo quarto molto equilibrato, con un botta e risposta tra la formazione di casa guidata da Alessandri e Benevelli e la squadra ospite che si affida a Mastrangelo e Maganza. Ma sul finire del periodo l’Orlandina inizia ad allungare, portandosi dal 61-60 al 73-61, imponendo un importante parziale di 12-1. Ma lo sforzo compiuto tra la fine del terzo quarto e l’inizio dell’ultimo non basta per chiudere la partita, infatti agli spettatori del PalaFantozzi attende l’ennesimo finale al cardiopalmo. Trieste si fa di nuovo sotto con Gandini e Carra, passando addirittura in vantaggio sul 76-77: una partita che sembrava già nelle mani della squadra di casa è messa in serio pericolo dal tiro finale di Carra a 3 secondi dalla fine (sul +1 Upea a 80-79) che si ferma sul ferro, concedendo ad Alessandri di volare a rimbalzo e chiudere la partita con un tiro libero realizzato sull’81-79.

“Vittoria un po’ sofferta – dichiara coach Perdichizzi in sala stampa nel post-partita – nel nostro momento migliore, in vantaggio di 12 punti, abbiamo staccato la spina, non abbiamo più attaccato il canestro e abbiamo smesso di difendere, ed è inaccettabile per una squadra come la nostra che fa della difesa la sua arma vincente. Abbiamo anche perso molti palloni in maniera ingenua innescando i contropiedi degli avversari e dando loro fiducia nel finale. Ci sono delle piccole cose sulle quali dobbiamo ancora migliorare, avevo inserito ad esempio nel piano partita «non parlare assolutamente con gli arbitri», anche se molte scelte arbitrali sono alquanto discutibili ed è difficile per la squadra mantenere i nervi saldi in campo, ho chiesto ai miei giocatori assoluto silenzio. Domenica prossima si gioca a Perugia e non voglio pensare a nient’altro, giochiamo partita per partita, il nostro pensiero deve essere quello di migliorare e andare ad occupare nei playoff la migliore posizione possibile”.

Orlandina Basket – AcegasAps Trieste 81-79

Upea Orlandina Basket:Alessandri 9 (2/4, 0/2, 7 falli subiti), Crow 10 (3/4, 0/1), Zanelli 24 (7/10, 2/4, 7 assist, 28 di valutazione), Benevelli 21 (9/12, 9 rimbalzi, 31 di valutazione), Cardinali 4 (1/1, 0/1), Damiani (0/2 da 3) Albertinazzi, Casati n.e., Pellegrino n.e. Coach Giovanni Perdichizzi.

AcegasAps Trieste: Zaccariello 11 (2/5, 2/5), Mastrangelo 13 (4/7, 1/3), Ruzzier, Maganza 12 (4/8), Moruzzi 4 (2/5, 0/3), Ferraro 12 (4/9, 0/1, 8 rimbalzi), Carra 18 (6/9, 1/6), Gandini 9 (3/4, 1/1), Bonetta n.e., Urbani n.e.

Arbitri: Boninsegna e Borgo
Note – Parziali tempi: 16-20, 44-40, 67-60, 81-79.
Tiri da 2: Orlandina 25/37, Trieste 25/48. Tiri da 3: Orlandina 3/13, Trieste 5/22. Tiri liberi: Orlandina 22/26, Trieste 14/21. Rimbalzi: 35-32 per l’Orlandina. Valutazione: Orlandina 106, Trieste 79.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close