IMG-20131201-WA0004

Serie D: l’Orlandina torna a sorridere, grande Due Torri ad Agrigento. Rinviata Rende-Città di Messina

IMG-20131201-WA0004

Pomeriggio molto positivo per le compagini messinesi impegnate nel quattordicesimo turno del Girone I del campionato di Serie D. Torna a vincere l’Orlandina contro la Vibonese, mentre il Due Torri è eccezionale ad Agrigento e coglie un pari contro i più quotati padroni di casa dell’Akragas. Rinviata Rende-Città di Messina.

Al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando, l’Orlandina di mister Raffaele affronta il fanalino di coda Vibonese alla ricerca di una vittoria che manca ormai dalla sfida di fine settembre contro il Torrecuso. I paladini si affidano alla premiata ditta Crinò-Frisenda davanti, supportata da Mincica, mentre a centrocampo Martusciello parte dalla panchina. Rispondono gli ospiti di mister Ammirata con Marasco in attacco affiancato da Cosentino e con Kalambay dotato di licenza di offendere. Arbitra il signor Agostini di Bologna.

La partenza dei biancazzurri è abbastanza lenta, la Vibonese riesce senza troppi patemi d’animo a bloccare la manovra dell’Orlandina che fa fatica a produrre gioco. Sono proprio gli ospiti, anzi, a rendersi pericolosi per primi con Cosentino, Pandolfo c’è. Al 23′ bella combinazione griffata dagli juniores Silvestro e Gatto per i padroni di casa, palla a lato. La Vibonese continua comunque a giocare un discreto calcio e sfiora il vantaggio con Marasco, che d’esterno destro non trova la porta di un soffio. Sul finire del primo tempo, cross di Pollina, ancora Marasco svetta imperioso e indirizza di testa verso la rete, gran parata di Pandolfo che mantiene imbattuta la sua porta. Dopo 2′ di recupero, dunque, il signor Agostini manda le due squadre al riposo sul punteggio di 0-0.

Nella ripresa l’Orlandina appare più convinta e al 55′ Gatto ha sul sinistro una doppia occasione che però si risolve prima in una ribattuta difensiva dei calabresi e dopo in un tiro di poco fuori. Il centrocampista classe 1994 è però uno dei più attivi dei paladini ed al 65′ trova finalmente il varco giusto per il vantaggio locale. Giocata d’astuzia del neo entrato Privitera, Gatto prende la mira e col destro fredda sul secondo palo Loccisano regalando l’1-0 ai suoi. La Vibonese abbozza una reazione ma Pandolfo è sempre attento e l’Orlandina, a digiuno oramai da troppo, torna finalmente a sorridere battendo i calabresi dopo 4′ lunghi minuti di recupero, vissuti sugli spalti con grande trepidazione.

All'”Esseneto” di Agrigento, intanto, si gioca Akragas-Due Torri, con i pirainesi senza gli ormai ex Carrello, Crescibene, Cariolo e Grippi ma con in campo il nuovo acquisto Treppiedi. La gara, già quasi proibitiva di suo, sembra mettersi male per i ragazzi di Alacqua, che al 12′ vanno sotto causa un gol del “Genio” Arena. I biancorossi gettano però il cuore oltre l’ostacolo e nella ripresa mettono paura ai “giganti” di casa, prima pareggiando con Alizzi e poi andando addirittura in vantaggio con Scolaro. Assenzio nel finale riporta sul 2-2 gli agrigentini, che impattano così per la prima volta in questo torneo e devono cedere il primo posto in solitaria al Savoia. Per il Due Torri questo è un punto d’oro, conquistato contro una corazzata su un campo difficilissimo. A Gliaca di Piraino, quindi, si può davvero essere soddisfatti. Rinviata, infine, Rende-Città di Messina per condizioni metereologiche avverse.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close