rocca

Capri Leone: arbitro e Domicoli bloccano il Rocca, 1-1 con la Sancataldese

rocca

Finisce 1-1 la sfida valevole per la 12a giornata del Girone A di Eccellenza tra Rocca di Capri Leone e Sancataldese, dopo una partita condizionata dagli episodi e da grossolani errori arbitrali.

Al “Nuovo Comunale” di Rocca, i “leoni” di mister Bongiovanni rinunciano allo squalificato Cocivera ma ritrovano Regina al centro della difesa e riabbracciano dopo un lungo stop Di Giandomenico. La Sancataldese di mister Torregrossa si affida invece alle giocate di Domicoli in avanti e alla sapiente regia del capitano Maniscalco in mezzo, nel tentativo di scardinare l’impenetrabile difesa di casa. Arbitra l’incontro il signor Grasso di Acireale.

Dopo i primi, comprensibili minuti di studio, al 13′ il direttore di gara inizia la sua personale giornata travagliata. Giacobbe interviene in area di rigore in maniera dura ma apparentemente corretta su un avversario, spazzando via la sfera dai sedici metri biancazzurri. Il signor Grasso, però, è di diverso avviso e assegna un calcio di rigore quantomeno dubbio agli ospiti. Domicoli non si fa pregare e dal dischetto supera Inferrera portando avanti i verdeamaranto. Il Rocca reagisce subito con Galati, ma il colpo di testa dell’ex Mazzarrà termina fuori. Al 26′, comunque,  i caprileonesi trovano il pari. Incognito va via al limite dell’area e costringe al fallo il suo marcatore, guadagnando un ottimo calcio piazzato da posizione invitante. Sul pallone va Craccò che, complice una deviazione, beffa Di Carlo per l’1-1. Proprio Incognito ha poi sui piedi la palla del 2-1 ma il giovane esterno spreca malamente l’assist di un generosissimo Craccò e spara alle stelle in piena solitudine. Il primo tempo si conclude quindi in parità.

Nella ripresa il Rocca vive un vero e proprio incubo. In pochi minuti Monastra riceve due cartellini gialli, entrambi per gioco pericoloso ed entrambi molto fiscali. La Sancataldese in superiorità numerica prova ad uscire dal proprio guscio e al 71′ Levantino mette i brividi al pubblico di fede biancazzurra; Inferrera ci mette lo zampino e salva i locali. Nel finale, un paio di punizioni di G. Bontempo mettono in difficoltà l’estremo difensore ospite Di Carlo. Nel secondo caso, sulla ribattuta corta del portiere, il primo ad avventarsi sulla sfera è Margò, che insacca in rete il pallone del virtuale 2-1. Secondo la terna arbitrale, però, è fuorigioco; ergo, gol annullato e partita che si chiude sull’1-1, tra le polemiche da parte del pubblico di casa nei confronti di arbitro e assistenti.

Il pareggio è un risultato giusto per ciò che si è visto in campo nel complesso ma il Rocca può comunque recriminare per una direzione arbitrale rivedibile e per degli episodi sfortunati che hanno segnato l’andamento dell’incontro. In più, la settimana prossima i biancazzurri dovranno fare a meno della propria coppia d’attacco titolare, che verrà squalificata dal giudice sportivo. Come si suol dire: quando piove, grandina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close