librizziani_pp1

C. d’Orlando: la minoranza interroga il Sindaco sui lavori di ripascimento e casa albergo per anziani


Altra interrogazione dei consiglieri Micale, Trusso, Sanfilippo e Gemmellaro. Questa volta l’attenzione è puntata sul progetto di ripascimento del litorale di Capo d’Orlando  che il Sindaco Enzo Sindoni aveva dichiarato di voler effettuare sfruttando i proventi della vendita della casa albergo degli anziani. Secondo i consiglieri di minoranza delle liste “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando” il Comune sembra essere stato escluso dai fondi FERS 2007/2013 per la struttura abbandonata da decenni e quindi dove verranno reperiti i fondi per i lavori di ripascimento?

Di seguito interrogazione integrale:

Oggetto: Interrogazione urgente su opere di ripascimento e protezione del litorale integrato di difesa costiera nei tratti a maggiore rischio della costa orlandina
I sottoscritti, Salvatore Alessio Micale, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Consiglieri comunali del Gruppo “Librizzi Sindaco” e Gaetano Gemmellaro, Consigliere comunale del Gruppo “Democratici per Capo d’Orlando”,
premesso:
– che con Determinazione sindacale n. 13/2013, è stato affidato alla società Dinamica S.r.l., con sede in Messina, l’incarico di “progettazione preliminare ed esecutiva delle opere di ripascimento e protezione del litorale integrato di difesa costiera nei tratti a maggiore rischio della costa orlandina”;
– che in precedenza, con Determinazione sindacale n. 47/2009, è stata affidata alla suddetta società la consulenza specialistica per la redazione del progetto preliminare per la difesa dell’arenile nel tratto compreso tra il faro e la foce del torrente Zappulla;
– che con Deliberazione di Giunta municipale n. 124 del 19/04/2013, l’amministrazione si è determinata a rimodulare l’intervento in questione;
– che il nuovo progetto preliminare prevedrebbe in sintesi, oltre al ripascimento artificiale, n. 3 pennelli trasversali e n. 1 pennello di transizione sommerso nella zona 1 oltre a opere di stabilizzazione della zona 2, consistenti in n. 6 pennelli trasversali, n. 3 berne (opere con funzioni analoghe ai pennelli ma più piccole) e n. 1 scogliera radente di 75 metri lineari;
considerato:
– che detto progetto risulta assai diverso rispetto al primo, sia per tipologia di intervento sia per aree di intervento;
– che i pareri espressi in conferenza dei servizi, prevedono, anche se positivi, alcune prescrizioni vincolanti;
ritenuto:
– che, in base a quanto da Lei dichiarato in un comunicato stampa, è intenzione dell’Amministrazione procedere alla realizzazione dell’opera finanziando la stessa anche attraverso i proventi derivanti dall’eventuale vendita della “casa albergo per inabili e anziani”;
– che per la predetta struttura, “nell’ottobre 2012 è stata comunicata al Fondo di Rigenerazione Urbana Sicilia S.r.l (di seguito “FRUS”) l’adozione della procedura di presentazione, valutazione e selezione degli interventi Jessica puri a valere sul PO FERS 2007-2013 nell’ambito dell’iniziativa Jessica”, da parte dei competenti organi della Regione siciliana;
– che, per la concessione di detto finanziamento, il FRUS ha evidenziato che “sui dati del rendiconto finanziario 2011 e del bilancio previsionale 2012 del Comune sono stati riscontrati alcuni parametri di finanziabilità non del tutto soddisfacenti” e ancora che, per “una valutazione conclusiva di finanziabilità dell’intervento potrà essere rilasciata allo scrivente solo a seguito dell’esame del rendiconto 2012 e del bilancio previsionale 2013 approvati da Comune, documenti oggi non ancora disponibili”;
quanto sopra premesso, considerato e ritenuto,
interrogano per conoscere e /o sapere:
1) quali valutazioni preventive e alternative sono state condotte prima di procedere all’assegnazione dell’incarico per la “progettazione preliminare ed esecutiva delle opere di ripascimento e protezione del litorale integrato di difesa costiera nei tratti a maggiore rischio della costa orlandina” in considerazione del fatto che un progetto di tale portata modificherebbe radicalmente l’assetto idrogeologico delle aree interessate;
2) con quali fondi ritiene di finanziare l’opera in parola, specie nel caso in cui non si riuscisse a perfezionare, in tempi brevi, la vendita della “casa albergo per inabili e anziani” per la quale, secondo quanto segnalato dal FRUS, il Comune sembra essere stato escluso dai fondi FERS 2007-2013 in quanto “sui dati del rendiconto finanziario 2011 e del bilancio previsionale 2012 del Comune sono stati riscontrati alcuni parametri di finanziabilità non del tutto soddisfacenti”.
Chiedono la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.
Salvatore Alessio Micale, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close