minoranza_sindoni_pp

C. d’Orlando: l’opposizione risponde per le rime al Sindaco Sindoni. Botta e risposta al vetriolo

minoranza_sindoni_pp

Uno scontro frontale senza mezzi termini con accuse e smentite. Botta e risposta tra il Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni e i consiglieri di minoranza Sanfilippo, Micale, Trusso e Gemmellaro. Tema del contendere l’interrogazione presentata dall’opposizione sull’affidamento della raccolta rifiuti alla ditta Gilma. Vi proponiamo integralmente le due versioni.

Minoranza in risposta a Sindoni:
“I sottoscritti Gaetano Sanfilippo Scimonella, Salvatore Alessio Micale e Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Consiglieri comunali del Gruppo “Librizzi Sindaco” e Gaetano Gemmellaro,  Consigliere comunale del Gruppo “Democratici per Capo d’Orlando”, letto il comunicato  “replica ed informa” del Sindaco precisano quanto segue:

– quanto ai “ringraziamenti” da parte del Sindaco teniamo a precisare ancora una volta che la nostra attività politica istituzionale si svolge, così come previsto dalla legge, nell’aula consiliare e non su facebook. Tuttavia ricordiamo nuovamente che i Gruppi consiliari hanno un loro sito internet (www.latuavoce.net) e una loro pagina facebook (Gruppi consiliari – Capo d’Orlando) nei quali sono presenti insulti verso alcuno.

– quanto al “ripristino della verità” si segnala che:

1 nell’ordinanza n. 204/2013 il Sindaco ha scritto testualmente che: “ritenuto di affidare … l’espletamento degli interventi a ditta di fiducia ; quindi Gilma S.r.l.. è una ditta di fiducia del Sindaco; quello che è scritto leggere si può;

2 nel testo della nostra interrogazione non è stato fatto alcun riferimento alla carica ricoperta dal consigliere Paterniti nella Gilma S.r.l., ma dal momento che il Sindaco asserisce il contrario, precisiamo che nella visura camerale della Gilma S.r.l. (documento pubblico depositato presso la Camera di Commercio) risulta che, alla data di emissione dell’ordinanza, direttore tecnico della stessa è Andrea Paterniti (si allega di seguito un estratto della visura);

visura gilma

3 l’ordinanza prevede l’affidamento diretto e senza gara del servizio “con decorrenza immediata e non oltre il 30 maggio 2014”, per il periodo compreso tra il 1° ottobre 2013 e il 30 maggio 2014 (i mesi sono otto), dei quali sei sono stati coperti con l’impegno di spesa a valere sul bilancio del comune e con la immediata regolarizzazione dell’ordinanza fatta con la deliberazione delle G.M. n. 304/2013; non è prevista alcuna garanzia di revoca anticipata della suddetta ordinanza a garanzia del Comune prima di tale scadenza; l’affermazione degli interroganti è, pertanto, vera;

4 il regime eccezionale e transitorio successivo alla gestione ATO deve prevedere esclusivamente i servizi necessari ed essenziali avendo cura che vengano svolti nella maniera migliore possibile, e solo nel caso non sia possibile affrontare il medesimo servizio con personale proprio (a tal proposito la invitiamo a verificare lo stato in cui versa il verde pubblico);

5 il Comune di S. Agata M.llo è un “parametro” assolutamente attendibile e i cittadini comprenderanno bene il significato del paragone;

6 La “specchiata storia di 18 anni di amministrazione Sindoni”, possiamo rileggerla assieme a Lei e a tutti i cittadini, del resto se 4.096 di essi ha deciso di non riconfermarle la fiducia un motivo ci sarà.

7 quanto al “record di assenze in Consiglio comunale” Le ricordiamo che la nostre assenze sono sempre state giustificate e che quelle recenti, in segno di viva protesta, sono generate da un fatto nuovo, che Lei conosce bene ma volutamente dimentica e che descrive un assenza di rispetto reale per le minoranze, egualmente rappresentative dei Cittadini. Violando il regolamento e non rispondendo alle nostre interrogazioni Lei non consente il sereno espletamento della nostra attività istituzionale. E’ questa la vera mancanza di rispetto.

Le ricordiamo, infine, che il ”rispetto istituzionale e personale” deve essere necessariamente reciproco, poiché i tutti Cittadini hanno gli stessi diritti;

La prima risposta di Sindoni all’interrogazione dei consiglieri di minoranza:
“Ringrazio i consiglieri Gemmellaro, A.Micale, Sanfilippo e Trusso per avere rimosso la pagina facebook che mi ha più volte reso oggetto di insulti ed attacchi personali, ma fin quando i loro interventi conterranno insinuazioni infondate e surrettizi attacchi personali, il dialogo rimarrà sostanzialmente interrotto. Ritengo comunque, per impedire che le falsità e le imprecisioni contenute nella loro interrogazione relativa al servizio di raccolta dei rifiuti, determinino disinformazione, di intervenire per ripristinare la verità:

1) contrariamente a quanto scritto dagli interroganti, la ditta Gilma non è stata scelta perché <<di fiducia dell’Ente>>, ma perché migliore offerente tra le ditte oggetto di indagine di mercato, posta in essere dall’U.T.C.; il direttore tecnico non è il consigliere Andrea Paterniti. L’affermazione degli interroganti è quindi falsa.

2)                  contrariamente a quanto scritto dagli interroganti, l’ordinanza da me emessa prevede in sei mesi il termine massimo di vigenza della stessa, prevedendone la sospensione nell’auspicato caso di completamento dell’iter di gara di competenza dell’ARO prima di tale scadenza;

3)                  i servizi che il Comune richiede comprende prestazioni che altri Comuni potrebbero non prevedere (spazzamento domenicale, manutenzione del verde). Il paragone proposto dai quattro equivale a chiedere perché chi compra pane, carne e frutta, spende più di chi compra solo il pane. Va inoltre tenuto in conto che il numero di utenze domestiche e commerciali del nostro Comune, è superiore del 24% a quello di sant’Agata. Ma l’ennesima insinuazione nei confronti del capogruppo Paterniti, le cui qualità umane e professionali di Andrea sono a loro ben note, se e’ vero,come è vero, che alle scorse elezioni amministrative fu per primo il loro schieramento a chiedergli la disponibilità alla candidatura, deve avere un significato. E’ forse una ritorsione alla scelta di Paterniti di scegliere Sindoni? O la paura di perdere di nuovo alle prossime elezioni? Ed infine, se anche nel più recondito angolo della loro mente alberga l’ipotesi che io possa avere compiuto o compiere un solo atto amministrativo il cui obiettivo non sia quello di fare il meglio possibile per il Paese che amo come un figlio, li invito a rileggere la specchiata storia di 18 anni di amministrazione Sindoni.

Non chiedo apprezzamenti e condivisione, ma ritengo di avere diritto al rispetto istituzionale e personale. Invito ad un cambio di rotta questo gruppo che in quasi metà mandato, non ha voluto (o saputo?) formulare una sola proposta valida nell’interesse di Capo d’Orlando e che si è distinto per il record di assenze in Consiglio Comunale e nelle Commissioni”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close