1810955

Venetico: No all’elettrodotto Terna, arriva anche “Striscia la Notizia”

M4031M-4205

Sono arrivati nella tarda mattinata di ieri la giornalista di “Striscia la Notizia” Stefania Petyx col suo fido bassotto per vederci chiaro sulla vicenda che hai coinvolto i comuni della Valle del Mela. Molte sono ormai le proteste dei comitati contro la “Terna Rete Italia” che da qualche settimana ha iniziato i lavori di bonifica ambientale relativi alla dismissione del vecchio elettrodotto aereo a 220 kV Sorgente-Rizziconi che collegherà con cavo sottomarino Calabria e Sicilia, attraversando poi il versante tirrenico dell’Isola tra Villafranca e la Valle del Mela. I cittadini lamentano l’elettrodotto posizionato ad un passo dal centro storico, poichè la struttura doveva essere posizionata distante dal cuore della città verificandone l’impatto ambientale e se vi fosse rischio di inquinamento.

ElettrodottoPassoVela
E’ impossibile infatti ignorare che in questa zona le persone si ammalano sempre più spesso. A Pace del Mela si parla di “quartiere di donne con le parrucche” perché molte di loro sono costrette ad indossarle dopo mesi di chemioterapia, quindici i morti per tumore l’anno scorso. Le telecamere nazionali in queste ultime settimane si sono concentrate molto su questa area della Sicilia, per indagare più a fondo la condizione reale dei cittadini; il 24 ottobre scorso anche Rai News 24 era stata a Venetico Superiore.
La giornalista Stefania Petyx e l’inseparabile bassotto hanno sentito l’ex sindaco del paese Lamberti che, nella passata amministrazione, secondo diversi abitanti di Venetico, non sarebbe intervenuto in maniera determinante; ma lui stesso si è difeso ai microfoni di Striscia la Notizia sottolineando  che l’elettrodotto doveva essere posizionato ad una distanza maggiore.
Pesanti le accuse del sindaco Rizzo, sia verso Lamberti che verso Scarpari, attuale rappresentante del Comitato cittadino, che ha sottolineato come ad oggi nulla è chiaro sui rischi per la salute della comunità di Venetico.
I responsabili dell’eletrodotto hanno fatto già sapere che hanno tutte le carte in regola per continuare l’opera.

phpThumb_generated_thumbnailjpg
Se non sarà impedito a Terna Rete Italia di fare il proprio lavoro, in tempi brevi verrà completata l’opera di dismissione con l’eliminazione di 34 tralicci per complessivi 12 comuni (Pace del Mela, San Filippo del Mela, Condrò, San Pier Niceto, Monforte San Giorgio, Torre Grotta, Roccavaldina, Venetico, Spadafora, Rometta, Saponara, Villafranca Tirrena), “con evidenti benefici per tutta la popolazione coinvolta” affermano i tecnici Terna. Questa è solo una parte della razionalizzazione associata all’elettrodotto 380kV “Sorgente-Rizziconi”, spiega Terna, che, una volta realizzato, porterà alla demolizione di oltre 170 km di linee aeree esistenti nelle province di Messina e Reggio Calabria e all’interramento di 67 km di linee, a fronte della realizzazione di 82 km di nuovi elettrodotti tecnologici ed efficienti, con oltre 260 ettari di terreno liberato.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close