Poz_Cefa2

C. d’Orlando: l’Orlandina va a Torino, gara in diretta su LNP TV

Poz_Cefa2

L’Orlandina, alla ricerca della quarta vittoria consecutiva, affronterà domani alle 18:00 al PalaRuffini, in diretta streaming web su LNP TV (al link http://webtv.legapallacanestro.com/) la corazzata Manital Torino, tra le favorite per il salto di categoria.

L’atmosfera in casa Orlandina è serena, è probabile il recupero del capitano Matteo Soragna e nella consueta conferenza stampa pre-gara sono intervenuti coach Pozzecco e l’under Dario Cefarelli.
Torino sarà ancora priva dei big Stefano Mancinelli e Ronald Steele, ma ha dimostrato nelle scorse gare di giocare bene anche senza di loro.
«Torino è una squadra molto forte, che gioca in fiducia e gira bene la palla – ha esordito Cefarelli –, ma ovviamente noi andiamo a Torino per vincere».

Con l’arrivo di Mays e il recupero di Basile l’Orlandina ha conquistato tre vittorie consecutive, ma coach Pozzecco, lasciando in campo i due esterni rispettivamente per 39 e 36 minuti nella gara di domenica contro Verona, ha progressivamente diminuito i minuti di utilizzo dei giovani in panchina.
«Mi sono reso conto di aver sbagliato qualche cambio – dice coach Pozzecco -, devo imparare a ruotarli meglio. Basile continuerà a giocare tanto, ma magari piuttosto che essere 36, i suoi minuti in campo saranno 33. Sono convinto che se siamo riusciti a vincere queste gare è grazie alla fiducia che hanno acquisito i ragazzi, in quanto sanno che anche se sbagliano non li tolgo dal campo. Sicuramente abbiamo delle gerarchie, ma chi in queste partite ha giocato meno avrà in seguito più spazio. Sono contentissimo dell’atteggiamento di tutti: Benevelli, Laquintana, Ciribeni e Cefarelli, anche se stanno giocando un po’ meno, si sbattono tanto in allenamento e so che non è facile».

Per quanto riguarda l’infortunio di Soragna il coach aggiunge: «Spero che Teo sia disponibile e riesca a darci una mano. Si è allenato con noi, ma non voglio rischiare delle ricadute, valuteremo e decideremo insieme a lui prima della gara. Torino è una squadra meno fisica e più tecnica, forse domenica riuscirò a sperimentare di più, magari potrò schierare per più minuti Laquintana, e sarà importante per dargli fiducia e tranquillità».

Il quintetto di coach Pillastrini è composto dagli esterni Lorenzo Gergati (ex Brescia e Varese) e Massimo Chessa (arrivato da Verona), che realizzano 26 punti a partita e non fanno rimpiangere l’assenza del talentuoso play americano Steele. L’ala piccola titolare è Marco Evangelisti, 14,5 punti a partita con il 36% da tre punti. Sotto le plance Jakub Wojciechowski e Valerio Amoroso non fanno sentire la mancanza di Mancinelli. La bocca di fuoco dei piemontesi è infatti proprio Valerio Amoroso, lo scorso anno a Pesaro e Montegranaro, in serie A, che nelle 6 gare fin qui disputate vanta una media di 19 punti e 10 rimbalzi a partita.
La panchina, escluso l’ex Brescia Stevan Stojkov (7 i suoi punti per gara), è piena di giovani come Baldasso e Zanotti, ma vi esce anche Daniele Sandri, che sta facendo molto bene ritagliandosi spazi importanti in campo (nell’ultima partita ha giocato più di 27 minuti).

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close