ESPERIA HANDBALL VINCE ANCORA ED E’ PRIMATO


Terza vittoria su altrettante partite giocate per la Irritec & Siplast Orlandina nella gara casalinga di sabato al palasport di Case Nuove Russo di Patti. 34-32 per i padroni di casa contro la Sicily Food Girgenti, che vuol dire primato solitario in classifica. Ma, come si suol dire, “mai risultato fu più bugiardo..”. Già, perché a vedere il risultato finale senza essere stati presenti si potrebbe pensare ad una gara molto più equilibrata e combattuta di quello che realmente è stata. I rosanero hanno sempre condotto la gara nel punteggio e nell’inerzia dimostrandosi squadra solida e capace di non perdere i punti di riferimento neanche in occasione di decisioni arbitrali a dir poco discutibili, meritando sul campo ben altro risultato. La gara, con i rosanero che scendono in campo con Chiaromonte, Aveni, Italiano, Rizzo, Minissale, Palmeri e Scibilia, parte subito veloce e con ritmi elevati, con l’Irritec che si porta subito avanti sul 2 a 0 e gli ospiti che non ci stanno e siglano il pareggio sul 2 a 2, ma Minissale, Rizzo e Italiano fanno volare l’Esperia sul 6-2. La gara sembra prendere una piega ben precisa, ma dall’ottavo minuto del match comincia lo show del duo arbitrale, con fischi che permettono agli ospiti di riportarsi sotto sino al 7-5. Le decisioni arbitrali fanno innervosire i padroni di casa e in campo si intravedono le prime scintille. A farne le spese è Sandro Aveni che nel giro di dieci minuti si becca un giallo per proteste e due 2 minuti. Mister Lenzo fa di necessità virtù, lascia il playmaker in panca ed affida la regia a Maurizio Ipsaro. I rosanero reagiscono bene e con una difesa concentrata e un Chiaromonte reattivo ed attento costruiscono un break importante che archivia la prima frazione sul 19 a 13. La ripresa non vede abbassare i ritmi e le due squadre si sfidano a viso aperto, al 35’ i rosanero sono sempre avanti (21 a 16), ma gli errori arbitrali tartassano i padroni di casa che in attacco prendono falli non sanciti dai direttori di gara. Coach Lenzo tiene sempre in panca Aveni e dà minuti al resto della panchina. Al 40’ l’Irritec & Siplast conduce 24 a 18 e Rizzo sigla, in contropiede, il massimo vantaggio (+7), con il match saldamente in mano ai locali. Ma i dieci minuti finali riservano non poche ed amare sorprese ai paladini. Il duo arbitrale continua a fischiare in maniera dubbia e, alle continue lagne della panchina ospite, mister Lenzo risponde per le rime: il risultato è due minuti per la panchina rosanero e “solo” ammonizione agli ospiti. Neanche con la doppia inferiorità dei padroni di casa gli ospiti riescono ad avvicinarsi (32 a 26 al 55’), ma i 300 secondi finali sono puro nervosismo: sul 34 a 30 Rizzo solo davanti al portiere va al tiro ma da dietro viene tirato al braccio in possesso palla, incredibilmente non viene fischiato il sette metri scatenando le ire del numero dieci rosanero che si becca anche un due minuti, e due contropiedi vincenti degli agrigentini fanno concludere la gara sul 34-32. Arriva finalmente il suono della sirena e per l’Irritec & Siplast è il momento della gioia. Vincente ma irritato il coach paladino: “Vincere e lamentarsi dell’arbitraggio non è cosa usuale, ma oggi devo ammettere che nonostante siano arbitri di grande esperienza, Campailla e Boncoraglio si sono dimostrati inadeguati al match. Ma una giornata storta può sempre capitare, e noi siamo stati bravi a gestire nella maniera migliore questa emergenza. I ragazzi hanno dimostrato grande maturità e attitudine ai sacrifici, doti importanti in un campionato in cui ogni gara sarà una battaglia. Adesso godiamoci la vittoria e il primato, ma da martedì si comincia a pensare alla trasferta di Palermo”.
“A vincere così si soffre il doppio ma si gode il triplo – dichiara il barone rosanero, Maurizio Ipsaro – peccato per alcuni fischi cervellotici senza i quali avremmo chiuso prima il match, ma abbiamo comunque dimostrato di aver carattere da vendere. Adesso bisogna restare concentrati ed umili”. Nel prossimo match (sabato 29 ottobre, al Palaoreto di Palermo, ore 18,30) i rosanero affronteranno l’Handball Kelona Palermo (seconda a tre punti dai paladini) in un match dall’alto coefficiente di difficoltà e che si preannuncia vibrante e spettacolare.
Questo il tabellino del match:
IRRITEC & SIPLAST: Aveni, Palmeri 4, Chiaromonte, Costa 1, Fragapane, Giulio, Ipsaro Passione M. 2, Minissale 14, Rizzo 4, Scibilia 2, Italiano 5, Torre, Ioppolo 1, Marici 1. All: Lenzo
SICILY FOOD GIRGENTI: Camilleri 10, Cavaleri 3, Cirasa 8, Santamaria 6, Tordi 3, Burgio, Camilleri, Ingrao 1, Mantisi, Matutino, Passarello, Stella 1. All: Gelo C.
Arbitri: Campailla Rocco & Boncoraglio Carmelo di Ragusa
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close