consiglio_26_09_pp

PORTO: SEI DOMANDE PER TUTTI, ADESSO ATTENDIAMO LE RISPOSTE


Abbiamo inviato una mail con le sei domande, già pubblicate qualche giorno fa, realtive alla convenzione tra pubblico e privato per il completamento del porto di Capo d’Orlando a tutti i consiglieri comunali, assessori, sindaco e presidente del consiglio in attesa di risposte. La mail è stata infatti inviata a:
Enzo Sindoni, Annalisa Germanà, Gianfranco Timpanaro, Giuseppe Micale, Fabio Colombo, Donatella Damiano, Cettina Scaffidi, Melo Perrone, Melo Merendino, Carmelo Galipò, Emiliano Amadore, Pablo Magistro, Rosario Milone, Andrea Paterniti, Massimo Reale, Aldo Sergio Leggio, Teresa Restifo e Salvatrice Licciardello. Abbiamo evitato di spedire le domande a chi in effetti ha già risposto. Adesso attendiamo. Aspettiamo che qualcuno risponda per chiarezza, trasparenza, per fugare qualsiasi dubbio su una convenzione che tanto sta facendo discutere. Siamo certi che non tutti i destinatari della mail risponderanno, ma qualcuno (speriamo) si. Di certo, ogni giorno torneremo sull’argomento pubblicando le risposte che giungeranno alla nostra redazione o, in caso contrario, evidenziandone la mancanza. Di seguito la mail integrale inviata:

Salve,
Al fine di sgombrare qualsiasi dubbio e garantire la massima trasparenza ai cittadini di Capo d’Orlando sulla questione “Porto” ci facciamo promotori di una iniziativa che di seguito Le sottoponiamo. La nostra redazione avrebbe il piacere di porgerLe queste semplici domande relative al progetto di completamento del porto di Capo d’Orlando. Sarà nostro piacere pubblicare le Sue risposte qualsiasi esse siano. Giornalmente torneremo sulla vicenda pubblicando le risposte che
giungeranno alla nostra redazione o, in caso contrario, evidenziandone la mancanza. Le domande:
  1. E’ vero che si passa da 28 milioni e mezzo a quasi 49 milioni di spesa senza una spiegazione credibile ? Se si perché?
  2. E’ vero che si passa da 40 a 60 anni di concessione, nonostante si raddoppi il finanziamento pubblico (da 7,8 milioni a 20 milioni)? Perché?
  3. E’ vero che il finanziamento privato non è poi così certo? (chi e quando arriveranno i quasi 29 milioni di euro, quale istituto di credito li metterà a disposizione della società, quando e con quali garanzie di recupero?)
  4. E’ vero che manca la certezza del finanziamento pubblico aggiuntivo di quasi 13 milioni e mezzo di euro (e se non arrivano? che si fa, si torna alla precedente versione in miniatura?)
  5. E’ vero che la società ha un capitale sociale che da 500 mila euro passerà a 6 milioni ? Sarà sufficiente?
  6. Ma, soprattutto, è vero che il rischio di impresa é tutto sulle spalle del comune? Se si perché ?
Abbiamo già pubblicato quelle della minoranza consiliare realtivamente ai consiglieri Sanfilippo, Trusso, Micale, Gemmellaro, Abate, Triscari e Trifilò.
Ci teniamo a precisare che sono risposte rivolte alla cittadinanza, a coloro che Voi rappresentate in Consiglio Comunale o in Amministrazione.
Sicuro di un Suo immediato riscontro,
Cordiali Saluti,
Antonio Puglisi
Direttore Responsabile
www.98071.it
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close