donna dispersa in mare

S. Agata M.llo: proseguono le ricerche della donna affetta da problemi psichici

donna dispersa in mare
Sono state interrotte durante la notte perché improduttive, ma sono riprese questa mattina all’alba le ricerche di Francesca Condorelli, 52anni di Paternò, della quale da sabato pomeriggio non si hanno più notizie secondo gli ultimi sviluppi delle indagini la famiglia della donna, affetta da problemi psichici,  aveva presentato proprio sabato denuncia di scomparsa ai Carabinieri di Paternò, convocati dal Commissariato di Sant’Agata Militello, sono stati ascoltati questo pomeriggio dal dirigente Carmelo Alba. All’interno della borsa lasciata in spiaggia i poliziotti hanno ritrovato un biglietto ferroviario e di un pullman di linea, ciò ha permesso di ricostruire gli spostamenti della donna. “Sabato mattina– come dichiarato dagli inquirenti- Francesca Condorelli è salita su un treno che da Catania l’ha condotta a Messina quindi dal capoluogo messinese a bordo di un autobus di linea con la corsa in partenza alle 14.35, è giunta fino a Sant’Agata Militello dove non risulta avesse collegamenti con persone del luogo né tantomeno parenti o altri congiunti. Da quel momento nessuno sa più che fine abbia fatto la donna fino al ritrovamento della borsa e degli effetti personali Domenica mattina. Le ricerche in mare sono coordinate dalla Capitaneria di Porto di Milazzo e dagli uomini dell’ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata Militello attraverso i mezzi nautici e con l’ausilio di un elicottero che per l’intera giornata di Domenica e Lunedì ha sorvolato la costa, senza però trovare nulla di risolutivo per le indagini. A terra le indagini sono affidate al commissariato di Polizia di Sant’Agata Militello guidato dal dirigente Carmelo Alba. Secondo la Guardia Costiera “il fatto che il mare non abbia ancora restituito il corpo , nonostante la bonaccia di questi giorni, autorizzerebbe a sperare che la donna non si sia gettate in acqua. Come scritto, le ricerche riprenderanno domani alle prime luci dell’alba”. La foto della donna è stata rilasciata dalla Guardia Costiera di Milazzo per permettere a chiunque di poterla immediatamente riconoscere ed avvisare gli inquirenti.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close