4novembre2

Capri Leone: i bambini protagonisti delle celebrazioni del 4 novembre

4novembre2
Sono stati i bambini delle scuole caprileonesi i protagonisti della cerimonia del 4 novembre in città. Hanno cantato, ballato, recitato poesie e brani riguardanti il primo confitto bellico del secolo scorso, facendo vivere ai presenti momenti di profonda commozione. La manifestazione, che si è tenuta nella mattinata di oggi, ha visto il ritrovo dell’Amministrazione comunale e delle Forze dell’Ordine locali in Piazza S. Antonio, dove è stata deposta una corona d’alloro al monumento ai caduti.
4novembre1
Qui il primo cittadino Bernardette Grasso ha affermato: “Un ringraziamento particolare al Dirigente scolastico la Dott.ssa Fachile per aver voluto insieme all’Amministrazione comunale coinvolgere la scuola dall’asilo alle medie; E’ un’altra occasione in cui è importante che una comunità si ritrovi unita perché non dobbiamo mai dimenticare che l’esistenza di un uomo affonda le proprie radici nella comunità.  Anche quest’anno ricorrendo l’anniversario della prima guerra mondiale (4 novembre 1918) celebriamo la giornata dedicata alle Forze Armate e all’Unità d’Italia per ricordare il sacrificio di tanti uomini e donne che sono caduti durante la prima guerra mondiale e si sono sacrificati per dare vita al nostro Paese Italia.
4novembre5
Quando ricordiamo i nostri combattenti, i nostri caduti di ogni tempo, i mutilati, i veterani,gli invalidi, quando come in questo giorno, ci ritroviamo davanti ai monumenti posti in memoria dell’eroismo, spesso oscuro della nostra gente, non facciamo omaggio ai valori che attengono al concetto di guerra, ma a valori che esaltano la profonda umanità del sacrificio, dell’eroismo, della dedizione, che sono perenni e comuni.  Dalla memoria della nostra gloriosa e sofferta storia spetta a noi, al nostro operare e alla nostra testimonianza tenere vivo il valore di quelle radici, che continuano a dare senso e prospettiva al nostro presente e al nostro futuro.4novembre
Esaltiamo dunque- continua ancora-, in questo giorno l’eccezionale valore civile del lavoro della Forze Armate che oggi sono al servizio della Pace in Italia e nel Mondo,(non dimentichiamo che, ancora oggi, purtroppo,in tante parti del mondo milioni di persone si scontrato con lo spettro della guerra) e le forze dell’ordine, mettono a repentaglio la propria vita per far si che anche in quelle terre dilaniate dall’odio la pace possa diventare una realtà. La pace è uno dei pilastri su cui  si è voluto edificare la nostra Nazione e la pace deve diventare il pilastro principale per costruire una società migliore in Italia e nel Mondo. La ricorrenza del 4 Novembre fa sentire vivo dentro ciascuno di noi il sentimento dell’Unità Nazionale, quindi affinché l’Italia si ami è necessario che sin da piccoli, dunque a partire dalla scuola, si cominci ad infondere quell’irrinunciabile sentimento di appartenenza e di orgoglio Nazionale.
4novembre6
Pertanto è lodevole, è giusto che oggi la scuola abbia voluto far partecipare tutti gli studenti, dai più piccoli ai più grandi, alla festa del 4 novembre, cercando di far comprendere loro il valore e il significato della bandiera, per la quale si dovrebbe dare, se richiesto, la vita e il senso del patriottismo, non come concetto, ma come essenza del proprio essere. Ragazzi- ha concluso infine il Sindaco Grasso- siate fieri di essere italiani, di amare sempre la vostra Patria, e se pure a volte ci sentiamo delusi, forse traditi da essa, dobbiamo comunque esserle grati per averci reso italiani e italiani liberi. “

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close