IMG-20131103-WA0012

Serie D: il Due Torri è gagliardo, batoste per Orlandina e Città di Messina

IMG-20131103-WA0012

Decima giornata del campionato di Serie D agrodolce per le compagini messinesi. Il Due Torri batte tra le mura amiche il Comprensorio Montalto, mentre Orlandina e Città di Messina perdono malamente contro Cavese e Nuova Gioiese.

Partiamo dal “Vasi” di Gliaca di Piraino, dove si affrontano il Due Torri di Alacqua e il Comprensorio Montalto di Petrucci, sotto la direzione del signor Agostini di Bologna.

La gara inizia all’insegna dell’equilibrio e nei primi minuti di gioco, nonostante un buon ritmo, non ci sono emozioni per il folto pubblico presente sulle tribune. Al 19′, però, al primo affondo, il Montalto passa. Cross dalla destra di Fiore, Guido prova a spazzare di testa ma serve inavvertitamente Mazzei che controlla bene e con un delizioso pallonetto beffa il portiere Di Dio. Il Due Torri reagisce e al 30′ trova il pari. Scolaro converge dalla destra e viene steso in posizione centrale. Sulla palla per il conseguente calcio piazzato si presenta Ancione che, dopo l’appoggio di un compagno, trafigge l’estremo difensore ospite Ramunno con un mezzo collo esterno da antologia, regalando l’1-1 ai suoi. Al 32′ ancora gli ospiti si rendono pericolosi con uno schema su calcio piazzato che innesca Piemontese; Di Dio dice di no. Poco dopo è invece Scolaro a mettere i brividi a Ramunno, ma il numero 2 biancorosso scivola al momento di calciare, vanificando così l’azione.

La ripresa vede un ritmo di gioco più blando, anche se in apertura Piemontese sfrutta un cross dalla destra e di testa va a colpire la parte superiore della traversa. Le due squadre continuano a sfidarsi sul piano tattico, lasciando poco spazio allo spettacolo. Al 60′ ancora Piemontese ha l’opportunità per far male ai padroni di casa, ma la sua conclusione è alta. Poco dopo, viene espulso per proteste l’allenatore del Due Torri Alacqua. La vera svolta però arriva al 77′, quando Zangaro si fa cacciare dal direttore di gara a causa di una plateale protesta. In superiorità numerica il Due Torri inizia a spingere, in particolare con l’ottimo Venuti, subentrato a Gaglio nel corso della seconda frazione di gioco. All’85’ proprio Venuti scalda i guantoni a Ramunno con una bordata da fuori che il portiere ospite smanaccia in corner. Un minuto dopo, però, il Due Torri trova il gol del 2-1 con Ancione, che con una fantastica torsione batte di testa in tuffo Ramunno, facendo esplodere di gioia i tifosi biancorossi. Nel finale, Venuti va via sulla sinistra e conquista un rigore che lo stesso fantasista trasforma, chiudendo di fatto la gara sul 3-1. Due Torri batte così Comprensorio Montalto grazie ad una prova gagliarda e tanto cuore.

Meno fortunata la domenica dell’Orlandina, che a Cava dei Tirreni viene sommersa per 5-0 dai padroni di casa della Cavese. I paladini, orfani di Crinò, iniziano meglio la gara e sfiorano il gol con Privitera e Frisenda, prima di andare sotto al 23′ causa un gol di testa di Pisani, ben servito dall’irrefrenabile De Rosa. Dopo un primo tempo equilibrato, i paladini vivono una ripresa di inferno. Ancora Pisani al 55′ raddoppia per i campani, che al 70′ e all’80’ trovano i gol numero 3 e 4 siglati da Palumbo con due tiri da fuori. Nel recupero, il gol di Parisi chiude la gara sul 5-0. Non bastasse il pesante passivo, i biancazzurri chiudono la gara in otto uomini per le espulsioni di D’Agostino, Calabrese e Gatto che saranno dunque squalificati.

Male anche il Città di Messina, sconfitto al “Celeste” da un’ottima Nuova Gioiese. Sono proprio i calabresi ad andare in vantaggio con il rumeno Pascu al 34′. Nella ripresa, al 60′ Iannelli confeziona lo 0-2. Al 68′ un rigore di Camarda sembra ridare speranze ai giallorossi, che però cadono sotto i colpi ancora di Pascu e Crucitti, che fissano il punteggio finale sull’1-4.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close