upea

Basket: l’Orlandina si aggiudica il derby messinese, espugna Barcellona e fa festa

Barcellona_Upea

Il derby è sempre il derby: una gara emozionante, due tifoserie che non se le mandano a dire ed un finale al cardiopalma. La spunta un’ottima Orlandina Basket, che riesce ad espugnare il PalaAlberti di Barcellona e a conquistare la sua seconda vittoria consecutiva trascinata dalla sua stella Gianluca Basile, che con 6/9 al tiro da tre e 22 punti finali inizia a carburare nel suo campionato di Legadue Gold.

Il match prende il via a ritmo frenetico: i primi due punti della serata sono dell’ex Young. Portannese risponde dall’arco immediatamente, il ferro dice di no a Mays e Soragna, e va dentro la tripla del capitano giallorosso Maresca: al 5’ il parziale recita 14-7. La tripla in transizione di Mays accorcia le distanze: 19-12 dopo 6’. Il quarto si chiude con il canestro in allontanamento di Young per il 23-15.

Nel secondo quarto la difesa paladina, guidata da Marco Portannese, è reattiva e decisiva. Portannese e Archie piazzano un parziale di 2-9 e l’Orlandina è sotto di una lunghezza (25-24 dopo 4’). Natali però conduce i suoi e li riporta avanti di 6 (30-24), ma quando il gioco si fa duro ci pensa l’esperienza di Sandro Nicevic, che si rende protagonista del primo vantaggio Upea: arriva la bomba di Basile, Barcellona sbaglia e in contropiede Laquintana e Archie fanno spettacolo con uno strepitoso alley-oop, che manda le squadre negli spogliatoi sul 34-35.

upea

Al ritorno sul parquet Barcellona fa un break di 6-0, Basile con due canestri dalla lunga distanza tiene i suoi incollati (43-41), Young prova ad allungare dal perimetro, ma è ancora lo strepitoso Gianluca Basile a punire dalla linea da tre ed a riportare l’Upea avanti (46-48). Ma Natali e Young non ci stanno e la Sigma è di nuovo con il naso avanti (51-50). I giallorossi tentano di volare via, ma due ottime giocate in post basso di Nicevic tengono aggrappata l’Upea. La terza frazione si chiude sul 59-56.

Ad inizio quarto parziale la terna arbitrale fichia ad Archie un dubbio fallo antisportivo su Fantoni nel tentativo di andare a rimbalzo. L’Orlandina reagisce: Portannese, Archie e Basile mandano di nuovo avanti i biancazzurri (62-64). Fantoni esce per cinque falli, è la sagra delle triple: Collins, Mays, Basile e Young, l’Upea è ancora +4 a tre minuti dal termine (68-72). Il finale è al cardiopalma: Collins dalla media, Nicevic da sotto ed è ancora +4 (70-74). Young va da tre, ma Basile mette una delle sue triple ignoranti e l’Upea vola sul 73-79 con 1 minuto da giocare. I giallorossi sbagliano dal perimetro, l’Orlandina gioca sulle ali dell’entusiasmo e porta a casa una grande vittoria contro tutti i pronostici. L’incontro termina sul 79-84 per i paladini.

«Ringrazio la Società, la città di Capo d’Orlando e Peppe Sindoni – inizia così la conferenza stampa post partita di coach Gianmarco Pozzecco – ho sofferto tanto quando la squadra non girava. Ora, con Basile e Mays, tutto sembra cambiato. Neanche io mi aspettavo questo miglioramento così repentino. Vincere il derby è un attestato di fiducia per i nostri ragazzi che ne avevano bisogno. Complimenti a Barcellona, è stata una partita affascinante sia per meriti nostri che dei nostri avversari. Usciamo noi vincitori ma abbiamo vinto tutti».

L’Upea, alla ricerca della terza vittoria consecutiva, affronterà domenica in casa la Tezenis Verona.

Sigma Basket Barcellona – Upea Capo d’Orlando 79-84 (23-15; 34-35; 59-56)
Sigma Barcellona: Young 31, Dispenzi ne, Toppo 2, Maresca 8, Natali 8, Collins 21, Filloy 5, De Leo ne, Iurato ne, Pinton, Fantoni 4. Coach: Giovanni Perdichizzi.
Upea Capo d’Orlando: Basile 22, Soragna, Laquintana, Benevelli 0, Nicevic 19, Portannese 12, Mays 12, Archie 19, Ciribeni ne, Cefarelli. Coach: Gianmarco Pozzecco.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close