elisa-gumina

S. Agata M.llo: la maggioranza esulta dopo la sentenza del TAR

elisa-gumina
Grande soddisfazione viene espressa dai consiglieri di maggioranza del Comune di Sant’Agata Militello dopo la sentenza del TAR di catania che ha rigettato il ricorso per l’attribuzione del premio di maggioranza alle ultime elezioni amministrative, presentato dal locale circolo del Partito Democratico.

In un comunicato stampa non vengono risparmiate frecciate nei confronti dell’attuale sindaco e dei consiglieri che lo sostengono in minoranza al consiglio.

Di seguito il comunicato integrale:

“Prendiamo atto della Sentenza del TAR Catania n°2510/2013, con la quale è stato rigettato il ricorso per l’attribuzione del premio di maggioranza, proposto dal Circolo del Partito Democratico di Sant’Agata Militello, in persona del Presidente Enzo Canonico, e dalla candidata non eletta della lista del Partito Democratico, Sig.ra Rita Fachile.

Esprimiamo grande soddisfazione per una decisione che, agli occhi dei legali incaricati Avv.ti Salvatore Sanna, Alessandro Pruiti, Massimiliano Fabio, Marcello Scurria, Carla Giuffrida e Luca Agostino Ninone, appariva scontata per l’infondatezza giuridica dei motivi del ricorso.

Prendiamo spunto da tale decisione per evidenziare come le vicende susseguitesi alla presentazione  del ricorso elettorale abbiano confermato per l’ennesima volta, come se non fossero bastate alcune vicende politiche trascorse, che il Sindaco Sottile e la sua Amministrazione sono ostaggio di un unico gruppo politico.

Ne è dimostrazione la stessa proposizione del ricorso elettorale da parte del gruppo politico del P.D. che sostiene l’attuale amministrazione, che ha, di fatto, pubblicamente smentito l’impegno assunto dal Sindaco in prima persona e da qualche altro Assessore, nel corso del primo in Consiglio Comunale, secondo cui nessun ricorso per una diversa attribuzione del premio di maggioranza sarebbe mai stato presentato.

Come se non bastasse, la giustificazione addotta dal Sindaco in base alla quale ciascun privato cittadino è libero di intraprendere qualsiasi azione di tipo giudiziaria è stata anch’essa smentita dai fatti, con la costituzione ad adiuvandum, ossia in favore dei ricorrenti principali, del Consigliere Comunale di minoranza – capogruppo consiliare del PD, Massimo Nicola Marchese.

Con tale costituzione in giudizio, il Sindaco e l’Amministrazione comunale hanno, di fatto, preso una posizione politica precisa in favore dei ricorrenti, contro l’intera maggioranza consiliare e contro quel 54% di cittadini santagatesi, che hanno preferito dare fiducia alle liste della coalizione avversaria.

Nel susseguirsi degli eventi non è sfuggito ai tanti osservatori attenti un’ulteriore “stranezza”.

All’indomani della pubblicazione della sentenza, l’Avv. Rosanna Monastra, dominus del procedimento, oltre ad essere stata sostituita nella difesa al TAR dall’Avv. Paolo Starvaggi, è stata sostituita dal medesimo anche nelle dichiarazioni rilasciate alla stampa, nelle quali, non si comprende bene a che titolo, ha preannunciato la proposizione del giudizio di Appello davanti al CGA, avverso la sentenza di rigetto del TAR.

Infine, alla luce delle dichiarazioni fuorvianti, rilasciate, a vario titolo, alla stampa, è opportuno ribadire che la Sentenza del TAR Catania n°2510/2013 ha statuito il rigetto integrale del ricorso, in quanto “privo di giuridico fondamento”, ed ha decretato l’infondatezza dell’eccezione di illegittimità costituzionale della norma regionale, tanto agognata dai ricorrenti Fachile e Canonico.

Vista l’acclarata infondatezza dell’azione giudiziaria intrapresa, riteniamo opportuno che le forze politiche operanti nella nostra città finalizzino la propria azione politica a vantaggio dei reali e concreti interessi della collettività che rappresentano”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close