caronia_03

Caronia: i fenomeni delle ultime settimane non sono misteriosi per i tecnici dell’Enel

caronia_03
Dopo i tecnici dell’Arpa,  che vigilano sulla salute del mare, dell’aria, dei campi elettromagnetici e dei pollini,a Caronia sono arrivati anche quelli dell’Enel. Lo scopo, naturalmente, quello di chiarire l’origine dei misteriosi episodi che, sembrano nell’ultimo mese essersi riacutizzati dopo un lungo periodo di quiescenza. L’Enel ha esaminato i due casi dei scorse settimane (ossia il quadro elettrico di un contatore della luce auto-carbonizzatosi e il palo della luce che dopo continui lampeggi alternati si è poi sovraccaricato carbonizzandosi) che avevano riacceso l’allarme. Secondo gli esperti dell’azienda elettrica  si tratterebbe di fenomeni normali e abbastanza frequenti, in particolare: nel caso del palo della luce che ha preso fuoco, ad esempio, il fenomeno è da addebitarsi a “una risacca d’acqua”. Mentre per il contatore esploso, secondo l’Enel, non c’è nulla di strano da segnalare, probabilmente vogliono addebitare l’accaduto ad un malfunzionamento o ad un’anomalia dell’impianto. l’Arpa, invece, che la scorsa settimana ha istallato i rilevatori di campi magnetici, non ha ancora diramato il tanto atteso responso, anche perché, i cittadini stanchi dell’attenzione mediatica e dei continui controlli infruttuosi, vorrebbero archiviare questo “mistero”.

caronia_02

Da più di dieci anni convivono con questi “fenomeni paranormali” e continuano a sostenere che,  anche se in minore quantità, gli episodi strani e pericolosi non hanno mai smesso di verificarsi. Un paesano sostiene addirittura che questa estate la sua auto si è incendiata in maniera autonoma e senza avere alcun tipo di danno, da giustificare l’accaduto.
Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close